Agnelli ndrangheta: procura Figc indaga sulla vendita dei biglietti allo Stadium

Agnelli indagato per la vendita dei biglietti

Continua l’inchiesta sulla gestione dei biglietti dello Juventus Stadium partita il 2 agosto 2016 con Andrea Agnelli che compare tra i possibili indiziati indicati da Palazzi e ripresi ora da Pecoraro, per aver intrattenuto contatti con esponenti della ndrangheta. La procura Figc ha fatto, dunque un altro passo in avanti sulla questione con il chiaro obiettivo di capire cose fosse realmente accaduto con lo stesso Pecoraro che, ascoltato davanti i membri della Commissione Parlamentare Antimafia, ha spiegato che, dai documenti arrivati dalla Procura di Torino si evince che Saverio Dominello e il figlio Rocco sono i rappresentanti della cosca Bellocco Pesce di Rosarno e che Rocco Dominello avesse rapporti con la dirigenza della Juventus per quanto concerne la gestione di biglietti e abbonamenti. Entrando nello specifico, i dirigenti cui si fa riferimento sarebbero Merulla, Calvo, D’Angelo e proprio il presidente Agnelli.

Dopo aver ascoltato il procuratore Pecoraro, la Commissione Parlamentare Antimafia dovrà decidere se convocare Agnelli e gli altri dirigenti della Juventus per avere ulteriori delucidazioni in merito anche perché lo stesso Pecoraro avrebbe specificato che di pari passo con questa inchiesta, i magistrati di Torino sono a lavoro sull’inchiesta ‘Alto Piemonte’ che riguarda l’infiltrazione della ndrangheta nel torinese che sfiora anche la Juventus in quanto la cosca Bellocco Pesce di Rosarno avrebbe manifestato un certo interesse verso i biglietti in vendita alla Stadium.

Ultime Agnelli ndrangheta, il presidente della Juventus non ci sta

Tutta questa vicenda chiaramente non avrebbe mai potuto lasciare indifferente uno dei diretti interessati, Agnelli perché l’eventuale accusa è di quelle pesanti e potrebbe ripercuotersi in maniera negativa anche sulla società. Tuttavia, lo stesso Agnelli ci ha pensato a smorzare la situazione attraverso un tweet sul suo profilo ufficiale dove ci ha tenuto a precisare che lui non centra nulla con tutta questa vicenda e che tutto ciò che si legge è completamente falso.

Ecco il tweet di Agnelli:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.