Amministratore delegato Inter, Fenucci è l’uomo scelto da Suning

Claudio Fenucci scelto da Suning come amministratore delegato dell'Inter

La nuova Inter prende sempre più forma con il Suning che sta ristabilendo nuovamente i piani dirigenziali anche in vista della prossima stagione. Ci sono obiettivi da raggiungere per tornare quanto prima grandi sia in Italia che in Europa e per poterlo fare, tutti i quadri dirigenziali devono essere messi a posto. Un ruolo da riassegnare quanto prima è quello dell’amministratore delegato in quanto Liu Jun, uomo di fiducia di Zhang Jindong con ogni probabilità dovrà tornare in Cina come direttore dell’area Suning Sports. Suning in questi mesi si è guardato attorno e ha cercato i profili idonei per ricoprire questo ruolo così delicato e importante, individuando la persona giusta in un dirigente pochi anni fa vicino alla causa rossonera, Claudio Fenucci.

Nuovo amministratore delegato Inter, Fenucci in pole

Nel 2014, Barbara Berlusconi avviò i primi contatti con Fenucci per fargli ricoprire il ruolo di amministratore delegato rossonero. Era il periodo che la poltrona di Adriano Galliani scricchiolava e non poco con l’ancora attuale amministratore delegato vicino all’addio salvo poi fare i conti con l’intervento risanatorio di Silvio Berlusconi che ha deciso di assegnare nei piani dirigenziali due figure di amministratore delegato: la prima per quanto riguarda il settore sportivo con Adriano Galliani ad avere il pieno comando, il secondo ad, invece riguarda l’area marketing ricoperto da Barbara Berlusconi.

Subito dopo questo breve accostamento, comunque Fenucci ha deciso di sposare la causa del Bologna dove sta lavorando con Saputo braccio a braccio per quanto riguarda il progetto stadio, legandosi agli emiliani fino ad ottobre 2017. Suning però, come riferito dalla Gazzetta dello Sport, avrebbe scelto Fenucci come prossimo amministratore delegato nerazzurro e questo potrebbe far si che lo stesso decida di interrompere i rapporti anzitempo con la società rossoblu perché quando a chiamare è una società con lo stesso blasone dell’Inter non si può rifiutare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.