Anticipi Serie A, Milan-Chievo: Bacca stende i veronesi

carlos bocca esulta dopo un gol

Preziosissima vittoria del Milan in chiave europea. I rossoneri battono il Chievo per 3-1 dopo un match ricco di emozioni. Di Bacca (autore di una doppietta e di un rigore sbagliato), De Guzman e Lapadula (entrambi su rigore) i gol del match. La squadra di Montella scavalca l’Inter e si porta al quinto posto in classifica, a pari merito con la Lazio (anche se con una partita in più.

Pagelle Milan-Chievo: Bacca migliore in campo

Milan (4-3-3): Donnarumma 7,5; De Sciglio 6,5, Zapata 6, Romagnoli 7, Vangioni 6,5; Locatelli 6,5, Bertolacci 6, Sosa 6,5; Suso 6 (dal 34′ Ocampos 6,5), Bacca 7,5, Deulofeu 6.5. All. Montella 7
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino 5; Cacciatore 5, Dainelli 5,5, Cesar 6,5, Gobbi 5; Radovanovic 5,5, De Guzman 6,5, Castro 6; Birsa 6; Gakpé 5,5, Meggiorini 6. All. Maran 5,5

Milan, Bacca: “La dedica è per mia moglie”

A fine gara, è Carlos Bacca, uomo del match, a parlare ai microfoni di Mediaset Premium. Ecco le sue parole: “Lavoro sempre in settimana ma devo continuare a lavorare per migliorarmi. Non solo perché ho sbagliato il rigore, stasera ho fallito anche un bel pallone che mi ha dato Sosa e un’altra occasione, parata da Sorrentino – le parole del colombiano, che prosegue – Questa maglia deve sempre stare in Europa, io sono venuto qui per questo e voglio riportare la squadra dove merita”. Sugli applausi di San Siro: “Stavo passando un momento difficile, non segnavo ma ho sempre sentito l’appoggio di tutti. Ho segnato due gol, sono contento e felice e adesso andrò a festeggiare il compleanno di mia moglie. Io sono sempre stato sicuro di me e della società, quando Galliani mi chiese di unirmi al Milan ero contentissimo e non me lo sono lasciato dire due volte”. Infine, sul sogno Champions: “Noi dobbiamo pensare a una gara alla volta, abbiamo vinto un match difficile e adesso penseremo alla partita importante contro la Juventus. Questa doppietta è per mia moglie che festeggia il compleanno e mi aveva chiesto un gol e io gliene ho regalati due (sorride, ndr)”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.