Atalanta, Gasperini ridimensiona le ambizioni della società: ecco le sue parole

Gasperini vede vuole l'Europa League

È un Gian Piero Gasperini quasi rassegnato quello che si presenta ai microfoni di ‘Sky Sport’. L’allenatore dell’Atalanta ha parlato soprattutto del mercato in uscita compiuto dalla dirigenza orobica. Dopo le cessioni di Kessié e Conti in questa sessione di trattative e quella di Gagliardini a gennaio, il tecnico della squadra bergamasca si ritrova a dover ricostruire (quasi) tutto dall’inizio.

Stavolta, però, sarà più difficile riuscire nell’impresa dello scorso anno. L’Atalanta sarà, infatti, impegnata anche in Europa League e, al momento, la rosa non sembra essere attrezzata per lottare su tre fronti. Ad ammetterlo è stato lo stesso Gasperini. Di seguito, riportiamo le sue dichiarazioni rilasciate all’emittente satellitare ‘Sky Sport’.

Atalanta, Gasperini: ‘Ambizioni ridimensionate dopo cessioni’

“Dal punto di vista dei risultati, non sarà facile ripetere quanto fatto nella stagione. Questo però non è il momento di porci degli obiettivi. Abbiamo perso elementi importanti, soprattuto a centrocampo. Ora vedremo di cambiare qualche cosa e proveremo ad essere ugualmente competitivi. Ci sta perdere certi giocatori: è nella natura stessa del club agevolare i calciatori che vogliono andare in club più prestigiosi. Se continuiamo a perdere giocatori dovremo ridimensionare le nostre ambizioni”.

Parole, quelle dell’ex tecnico di Inter e Genoa, che lasciano spazio a ben poche interpretazioni. Dopo la scorsa stagione miracolosa, Gasperini dovrà ripartire Caldara, Petagna e, soprattutto, dal Papu Gomez, rivelatosi uno dei migliori tre esterni della passata Serie A.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.