Atalanta-Milan 1-1: orobici in Europa, rossoneri favoriti per il sesto posto

gerard deulofeu e pasalic esultano dopo il pareggio con l'atalanta

Finisce senza vinti nè vincitori il secondo anticipo della 36^ giornata di Serie A. Il match tra Atalanta-Milan si conclude col risultato di 1-1. La squadra di Montella, dopo essere stata in svantaggio per gran parte dell’incontro, riesce a trovare la rete di Deulofeu. Per gli orobici, il gol è stato firmato da Conti. Il terzino, secondo le indiscrezioni dei giorni passati, sarebbe in orbita Milan.

Grazie a questo pareggio, arriva la matematica certezza dell’Europa League per l’Atalanta. La squadra di Gasperini può essere considerata come la vera rivelazione del campionato. I giovani talenti lanciati dall’ex tecnico del Genoa, uniti a uomini di esperienza come il Papu Gomez, hanno permesso la creazione di un mix quasi perfetto. I bergamaschi centrano per la quinta volta nella loro storia la qualificazione ad una manifestazione europea.

Serie A, il Milan resta sesto

Un pareggio preziosissimo anche per il Milan. La squadra allenata da Vincenzo Montella, grazie a questo punto, riesce a mantenersi al sesto posto solitario, evitando – di conseguenza – l’aggancio da parte della Fiorentina, vittoriosa contro la Lazio. Piccolo passo in avanti, dunque, per i rossoneri, che si avvicinano al ritorno in Europa dopo quattro anni di assenza. Un’eternità, per una squadra abituata a stazionare – a cadenza quasi annuale – in Champions League. Le ultime due partite contro Bologna Cagliari lasciano ben sperare i tifosi e l’ambiente della società di via Aldo Rossi, che possono sfruttare il calendario favorevole per tornare nel calcio che conta.

Atalanta-Milan, le parole dei protagonisti

Contento, al termine del match, l’allenatore degli orobici Gian Piero Gasperini: “Era nell’aria, ma era importante conquistare oggi questo punto. C’è un pizzico di rammarico per il gol del Milan, adesso ci manca un punto per qualificarci direttamente senza passare dai preliminari. È difficile descrivere questa stagione: dopo l’esperienza al Genoa, avevo bisogno di vivere nuove emozioni. Qui a Bergamo ho trovato l’ambiente ideale, con un popolo che mi ha accolto in maniera speciale. Ringrazio ovviamente tutti. Il nostro obiettivo – continua il tecnico dei bergamaschi – è quello di costruire qualcosa di importante. Siamo una società sana, con i conti a posto. Abbiamo acquistato lo stadio e vogliamo rendere grande questa splendida città”.

Soddisfatto anche il tecnico Montella: “Sono orgoglioso della prestazione della squadra, i punti si fanno anche con questa mentalità in un campionato lungo e logorante come la Serie A”. Sul futuro, chiarisce definitivamente la sua situazione: “Sarò l’allenatore del Milan anche l’anno prossimo. Con la società abbiamo già programmato la tournée in Cina, che faremo anche in caso di qualificazione ai preliminari di Europa League. Inizieremo il ritiro il 3 o 4 luglio, ma adesso voglio pensare a concludere il campionato nel migliore dei modi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.