Atletico Madrid, Torres: prima il grande spavento al Riazor poi le rassicurazioni

Torres privo di sensi al Riazor

Una di quelle immagini che non si vorrebbe mai vedere e che gelano il cuore degli spettatori. Sul finire del match valido per la 25a giornata di Liga tra Deportivo La Corunañ-Atletico Madrid, Torres dopo uno scontro di gioco con Bergantiños si è accasciato sul terreno di gioco battendo così forte la testa che anche il collo ha avuto un movimento innaturale.

La situazione è apparsa grave sin da subito con i compagni di squadra di Torres che si sono precipitati per soccorrere El Niño per evitare l’autosoffocamento. Momento di sgomento al Riazor, poi il gelo totale tra le lacrime dei giocatori, la tensione più che giustificata di Diego Simeone e gli applausi dei tifosi che hanno accompagnato l’uscita dal campo in barella del centravanti spagnolo.

Choc in Deportivo La Coruña-Atletico Madrid, Torres sta meglio

Dopo lo spavento, arriva finalmente anche la lieta notizia con Fernando Torres che è riuscito a riprendere conoscenza già in ambulanza, mentre la Tac cranica e cervicale effettuata non ha evidenziato alcuna lesione, ma solo un trauma cranico che, comunque, lo ha costretto a trascorrere una notte in osservazione all’ospedale come da prassi. È stato lo stesso Atletico Madrid a voler tranquillizzare subito i tifosi attraverso un comunicato ufficiale: “Fernando ha subito un trauma cranico, ora è stabile e cosciente. Verrà sottoposto ad ulteriori esami”. Ecco il tweet dell’Atletico Madrid:

A dare ulteriore adito al comunicato dell’Atletico Madrid ci ha pensato lo stesso Fernando Torres che ci ha tenuto a rassicurare tutti attraverso il suo profilo Instagram ufficiale: “Grazie a tutti quelli che si sono preoccupati per me e per i vostri messaggi di incoraggiamento. E’ stato solo uno spavento. Spero di tornare presto”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.