Barcellona-Juventus, Allegri: ‘Serve lucidità, mi fido dell’arbitro’

massimiliano allegri in conferenza stampa

Si è appena conclusa la conferenza stampa di Max Allegri ai microfoni dei giornalisti presenti nella sala stampa del ‘Camp Nou’. Il tecnico bianconero ha parlato di quella che sarà la super-sfida di domani (mercoledì 19 aprile 2017) tra Barcellona-Juventus, anche se non si è sbilanciato troppo sulla formazione che schiererà in campo.

Poco prima del tecnico bianconero, ha parlato Dani Alves, apparso molto polemico nei riguardi della sua ex società, con cui ha militato dal 2008 al 2016. Il terzino brasiliano è apparso molto carico, così come – del resto – anche Allegri.

Champions League, Barcellona-Juve: la conferenza stampa di Allegri

19,06 – “La partita perfetta della Juventus è quella di passare il turno. Dobbiamo fare una partita di grande lucidità e freddezza. Le debolezze e le difficoltà della fase difensiva del Barcellona non credo siano cambiate nell’arco di una settimana. Dovremo cercare di fare gol e di gestire bene il possesso palla”. Sulle parole di Luis Enrique, che si è mostrato molto spavaldo: “Noi abbiamo rispetto per il Barcellona e sappiamo che hanno tre giocatori avanti molto importanti. Sono sicuro che i nostri difensori e centrocampisti sapranno arginarli al meglio”. Su Dybala e sulla formazione: “Dybala sta bene, per quanto riguarda gli undici che scenderanno in campo forse cambierò qualcosa tatticamente, ma non ci saranno grossi stravolgimenti rispetto alla partita di andata”.

19,10 – Alla domanda di un giornalista spagnolo: “Dobbiamo sapere leggere la partita, ecco perchè è fondamentale la lucidità. Non dovremo pensare a quella che è stata l’andata”. Sull’arbitraggio: “L’arbitro è di caratura internazionale e sarà sicuramente all’altezza. Io, da sempre, ho molta fiducia negli arbitri”.

19,15 – “Dovremo restare concentrati per tutta la partita. Il passaggio del turno sarà sancito solo una volta che l’arbitro fischierà la fine. Abbiamo visto tutti quello che è successo al Paris Saint-Germain. È molto semplice: dobbiamo scendere in campo e fare bene la fase difensiva e quella offensiva. Il resto vien da sè. Credo che sarà una partita in cui potranno scapparci molti gol, per questo dovremo cercare di attaccare tutti gli spazi che ci verranno concessi”.

19,21 – Termina la conferenza stampa del tecnico bianconero.

Barca-Juve, le parole di Dani Alves

18,45 – Subito polemico Dani Alves con i dirigenti del Barcellona, con cui non è rimasto in buoni rapporti: “Se un giorno potrò tornare al Barca per concludere la carriera? Non credo, molte persone dovrebbero rettificare quanto detto e porgere delle scuse. Purtroppo all’interno di questa società ci sono persone con un ego smisurato”. Sulle possibilità dei catalani di superare il turno: “Se io potessi dare qualche chance a loro, non ne darei nessuna. Ma siccome rispetto il mio avversario, allora dico 60 per noi e 40 per loro”.

18,54 – “È normale che io abbia un po’ di nostalgia del Barcellona – dice Dani Alves – ma non mi pento mai di quello che faccio e ora sono felice alla Juventus. Oggi rivedo in questa squadra le stesse caratteristiche del Barcellona vincente di cui ho fatto parte. Nessuno, tra i miei attuali compagni di squadra, mi ha domandato come si fa ad espugnare il ‘Camp Nou’, anche perchè abbiamo uno staff tecnico molto attento e che ha studiato tutto per questa partita. Come mi accoglierà domani il Camp Nou? I catalani sono persone speciali e io sono molto felice di tornare qui, che considero la mia seconda casa. Sono felice indipendentemente da quello che succederà domani”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.