Calciomercato Milan, Kessié ad un passo: bruciate Roma e Inter

franck kessie in azione con la maglia dell'atalanta

Milan scatenato sul mercato. Dopo la chiusura della trattativa per Mateo Musacchio, per il quale manca solo l’ufficialità (che arriverà – presumibilmente – con l’apertura della sessione di calciomercato), la dirigenza rossonera ha praticamente messo a segno un altro colpo.

L’amministratore delegato Marco Fassone e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, infatti, avrebbero chiuso la trattativa con l’Atalanta per l’acquisto di Franck Kessié. Sul giocatore ivoriano era fortissima la concorrenza della Roma, mentre nelle ultime ore aveva provato ad inserirsi l’Inter, che avrebbe voluto ricomporre la coppia di centrocampo con Gagliardini.

Ultimissime mercato Milan, è fatta per Kessié?

Tutto porta a pensare che l’acquisto di Kessié da parte del Milan andrà in porto. I rossoneri hanno, infatti, raggiunto l’accordo sia con l’Atalanta che con il giocatore. Come riporta il sito ‘Calciomercato.com’, al club bergamasco andranno 28 milioni di euro (da definire ancora i bonus). Al giocatore, invece, sarà garantito un ingaggio da 2 milioni più eventuali bonus. Secondo il portale web, sarebbe stato proprio l’ivoriano a spingere per un suo passaggio nelle file dei rossoneri. Con la Roma che aveva praticamente parificato l’offerta della società di via Aldo Rossi, è stato il giocatore a scegliere la destinazione rossonera.

Dopo tanti rifiuti legati alla perdita di appeal del Milan, dunque, un giocatore torna a preferire i colori rossoneri, come avveniva in passato. Che sia cambiato il vento, per la squadra milanese, lo si percepisce anche dalle recenti interviste di Marco Fassone, che ha assicurato “un budget importante per il calciomercato“. A differenza di come è avvenuto negli ultimi anni, nei quali i tifosi si sono dovuti accontentare di prestiti o parametri zero, il Milan si appresta a tornare nell’elite del calcio italiano. L’obiettivo dichiarato dei rossoneri, per la prossima stagione, è quello di centrare uno dei primi quattro posti, che garantirebbe l’accesso diretto alla Champions League. Un obiettivo dal quale la nuova proprietà non può prescindere, se vorrà ripianare il bilancio e rispettare il piano del ‘voluntary agreement’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.