Calciomercato Torino, Belotti giura fedeltà ai granata

Belotti capitano contro il Palermo

Quando ci si imbatte in un giocatore giovane, prestante fisicamente ma soprattutto forte è davvero inevitabile che i riflettori dei top club europei non si imbattano nel suo cammino. In questo caso si parla di Andrea Belotti, uomo del momento e che ha attivato prepotentemente i rumors sotto la voce calciomercato Torino.

Urbano Cairo è consapevole che non far partire il suo attaccante è impresa ardua però vorrebbe provare, quanto meno, a trattenerlo il più possibile sia per valorizzarlo ulteriormente sia per salvaguardare un patrimonio del calcio nazionale e internazionale. Non a caso si parla di clausola rescissoria di 100 milioni di euro  verso l’estero, con lo stesso presidente granata che è riuscito a rinnovargli il contratto fino al 2021.

Ultime calciomercato Torino, Belotti pensa solo ai granata

Entra nel vivo il calciomercato Torino, Belotti è sicuramente tra i calciatori granata che fanno maggiormente gola. Del resto l’interesse delle big d’Europa non è una novità e quando in ballo ci sono molti soldi è anche difficile rifiutarli sia per un presidente che per il diretto interessato. Queste attenzione, tuttavia, al momento fanno solo piacere al giovane centravanti, capocannoniere della Serie A con 22 reti all’attivo e titolare inamovibile della Nazionale di Ventura. Il Gallo, secondo indiscrezioni raccolte dal quotidiano Tuttosport, al termine della partita vinta dall’Italia contro l’Albania,  avrebbe annunciato la sua sicura permanenza in granata: “Vorrei restare, anzi rimango”, chiedendo anche agli stessi giornalisti presenti di far sapere la sua decisione anche ai tifosi.

Una notizia che, se confermata, non potrebbe che far piacere ai supporters perché il calciomercato del Torino passa anche dalla riconferma degli uomini più importanti per Mihajlovic. Insomma tutte le squadre interessate ad Andrea Belotti, Barcellona su tutte, sono avvisate perché il bomber sembra essere seriamente intenzionato a confermarsi in quel di Torino. Per pensare al futuro c’è ancora tempo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.