Calcioscommesse, Parma-Ancona: Lucarelli non ci sta e passa all’attacco – VIDEO

Lucarelli respinge le accuse di combine

Il calcio italiano nuovamente nell’oblio? Questo è il rischio che si sta correndo in questi giorni. Sotto la lente di ingrandimento il match di Lega Pro Parma-Ancona. Partita finita sullo 0-2 da parte dei marchigiani. L’ombra di calcioscommesse è piombata sulla stagione 2016/2017.

Al termine della partita il capitano del Parma, Alessandro Lucarelli, in conferenza ha chiesto scusa a tutti per lo spettacolo orrendo offerto dalla sua squadra. Una partita giocata nettamente al di sotto delle aspettative. Un risultato inatteso che ha fatto discutere non poco. Nulla, comunque, rispetto le accuse piombate sulle due squadre poco dopo la fine del match.

Ipotesi nuovo caso calcioscommesse, Parma-Ancona sotto la lente di ingrandimento

Lo 0-2 a favore dell’Ancona ha destato molta curiosità perché le due squadre sono la testa e la coda della classifica. La Lega Pro girone B sta vedendo la promozione sempre più sicura del Venezia di Inzaghi (basta un solo punto), al secondo posto c’è proprio il Parma, ora a 11 punti di distacco. Non era affatto contemplata, dunque, una sconfitta contro l’ultima in classifica. Tuttavia oltre la sconfitta è arrivata una prestazione a dir poco sottotono. Cose che nel calcio possono capitare, se non fosse per le accuse arrivate poco dopo la fine del match. La macchina del calcioscommesse sembra essersi rimessa in moto. E’ stato notato, infatti, che in molti hanno scommesso su questo risultato nonostante fosse stato oggettivamente difficile pronosticare ciò. Le giocate sono state fatte per lo più ad Ancona e Pozzuoli con vincite oscillanti tra i 100 mila e 225 mila euro a testa.

La Procura Federale ha aperto un fascicolo e i carabinieri hanno iniziato le prime indagini per venire a capo di questa situazione anomala. Il Parma, tuttavia, non ci sta e si difende dalle accuse pesanti. I giocatori stanno vivendo un vero e proprio incubo, però attraverso il capitano Alessandro Lucarelli hanno voluto esprimere il proprio pensiero. La cosa migliore da fare in questi casi. Il difensore attraverso una conferenza stampa straordinaria ha detto: “Non siamo qui a difenderci, ma solo a scusarci coi tifosi per la prova che abbiamo offerto. Non abbiamo nulla da nascondere. Noi siamo padri di famiglia, sono accuse pesanti ed è troppo facile fare così. Ci portino i nomi di chi avrebbe dato questa soffiata. Da cinque giorni ci riempiono di m… Se si fanno accuse pesanti ci vuole certezza, tirino fuori i nomi”.

Ipotesi calcioscommesse Parma-Ancona: ecco il video della conferenza di Alessandro Lucarelli:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.