Cessione Milan ultime notizie 27-3, cda fissato al 14 aprile: c’è anche un’altra data?

Closing per la cessione del Milan rinviato

Se la cessione Milan non è da considerarsi una telenovela a tutti gli effetti, poco ci manca. Sabato 25 marzo l’ultimo colpo di scena di questa trattativa interminabile con un comunicato ufficiale che annunciava l’entrata in scena della Rossoneri Sport Investment Lux al posto della Sino-Europe Sports.

La nuova holding con a capo il solo Yonghong Li a quanto pare avrebbe già raccolto tutti i fondi necessari per chiudere questa complessa operazione al termine della quale Silvio Berlusconi resterebbe nei panni di Presidente onorario poiché uomo carismatico, senza dimenticare che l’immagine del Milan è legata al suo nome.

Cessione Milan ultime notizie, cda convocato per due date

In questi giorni c’è sempre più fermento attorno la cessione del Milan. Oggi lunedì 27 marzo è arrivata la tanto attesa comunicazione di Fininvest circa la convocazione del prossimo consiglio di amministrazione. La data indicata da tutti per il passaggio del testimone dalle mani di Silvio Berlusconi a quelle di Yonghong Li è il 14 aprile, anche se nella nota della holding della famiglia di Berlusconi c’è anche una seconda data, il 4 maggio ma questo secondo appello, secondo indiscrezioni raccolte, non è da prendere affatto in considerazione perché non dovrebbero esserci ulteriori problemi per arrivare al famigerato closing (a quel punto è concreto il rischio che salti tutto definitivamente).

Inoltre, nel corso della trattativa, Fininvest ci ha tenuto a precisare più volte che la cessione Milan non dovrà andare oltre il 14 aprile ritenendo, di fatto, la data del 4 maggio una pura formalità. Va anche ricordato che il 14 aprile non è una data a caso, perché cade di venerdì santo alla vigilia di una delle partite più importanti dell’anno tanto per i rossoneri quanto per i nerazzurri, il derby Inter-Milan che potrebbe sancire l’inizio di una nuova era, quella della Milano rossonera.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.