Champions Barcellona-Juventus: ciclo finito per i blaugrana, occhio all’orgoglio

Remuntada storica del Barcellona contro il PSG

Oggi, mercoledì 19 aprile al Camp Nou andrà in scena il secondo atto tra Barcellona e Juventus. Si parte dal 3-0 dell’andata a favore dei bianconeri. La sensazione è che la squadra allenata da Luis Enrique non riesca a ripetere l’impresa vista contro il PSG. La squadra di Allegri, infatti, ha un’ossatura completamente differente rispetto alla squadra della capitale francese. Guai, però, a pensare di aver raggiunto già la semifinale.

Nella scorsa stagione si era già intuito che qualcosa stava cambiando in casa del Barcellona. Quest’anno è arrivata la conferma. La rosa a disposizione di Luis Enrique per quanto forte ha molte lacune. Spesso l’undici che scende in campo non è una squadra e anche i fenomeni hanno difficoltà nel mostrare le proprie qualità. Nel quarto di finale di andata, oltre ad una Juventus perfetta si è visto un Barca disunito e distratto.

Quarti Champions League Barcellona-Juventus: blaugrana alla ricerca di una nuova impresa

Poche ore al fischio di inizio Barcellona-Juventus con gli allenatori che stanno decidendo l’undici da mandare in campo. Nella mente di tutti c’è ancora il 6-1 inflitto al PSG ma la Juve di Allegri è tutt’altra cosa. Questa volta non si respira aria di impresa nonostante le parole di Luis Enrique. Va sottolineato che al Camp Nou tutto è possibile, però Allegri avrà impartito un’ottima lezione ai suoi uomini per evitare spiacevoli inconvenienti.

Il Barcellona è cambiato, il ciclo vincente è finito e i ricambi arrivati non sembrano essere all’altezza delle ‘vecchia’ generazione. In mezzo al campo Iniesta è troppe volte isolato e le sue giocate guarda caso le intuisce il solo trio d’attacco. Neymar sta attraversando un periodo particolare come visto anche nel match di andata. Questo però è un dato insignificante perché quando si è un fuoriclasse ogni momento è buono per far ricredere tutti. Il vero problema per Luis Enrique è in difesa. Un reparto troppe volte distratto con Pique autore di svariate uscite a vuoto. E’ stato proprio questa la considerazione vincente fatta da Allegri nel match di andata. Facendo scendere in campo una squadra ultra offensiva, la retroguardia blaugrana è stata letteralmente colta in fallo. A poche ore dall’inizio del quarto di finale di ritorno di Champions League Barcellona-Juventus si possono fare molteplici considerazioni ma il dato più rilevante lo darà il campo. Quel che è certo è che i bianconeri non dovranno mai abbassare la guardia. Il Barcellona è pronta a realizzare una nuove storica remuntada.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.