Champions League, Juventus ai quarti: Dybala regola il Porto

esultanza di paulo dybala con la maglia della juventus

Tutto secondo copione. La Juventus conferma il pronostico della vigilia e avanza ai quarti di finale della Champions League 2016/2017. Nel retour match, i bianconeri battono il Porto col risultato finale di 1-0, grazie ad un rigore di Dybala. Dopo la vittoria nella partita di andata, dunque, la squadra allenata da Massimiliano Allegri riesce a prevalere anche allo ‘Juventus Stadium’.

Dopo Barcellona, Real Madrid, Dortmund e Bayern Monaco anche la Juve accede ai quarti di finale insieme al Leicester, che ha avuto la meglio sul Siviglia nella gara di ritorno. Nella giornata di domani, mercoledì 15 marzo 2017, si completerà il tabellone, in attesa del sorteggio che sancirà le sfide del prossimo turno.

Pagelle Juventus-Porto, Dybala regala la vittoria ai suoi

Una partita non entusiasmante dal punto di vista del gioco e dell’intensità, quella tra Juventus-Porto. Anche la sfida di ritorno, così come quella dell’andata, è stata condizionata da un’espulsione. Sul finire del primo tempo, infatti, l’arbitro Hategan ha concesso un calcio di rigore e ha redarguito con il cartellino rosso Maxi Pereira, reo di aver commesso un netto fallo di mano sulla linea di porta. Sul dischetto si porta Paulo Dybala, che spiazza Casillas e porta i suoi in vantaggio. Il resto della gara fila via liscio per i bianconeri, che sono stati graziati nel secondo tempo da Soares, divoratosi il gol del possibile 1-1 dopo un regalo di Benatia. Ecco le pagelle del match:

Juventus (4-2-3-1): Buffon 6; Dani Alves 6,5, Benatia 5,5, Bonucci 7, Alex Sandro 6,5; Marchisio 7, Khedira 6,5; Cuadrado 6, Dybala 7,5, Mandzukić 6; Higuain 6. Allenatore: Allegri 6,5
Porto (4-3-3): Casillas 6,5; Maxi Pereira 3, Felipe Augusto 6, Marcano 6, Layún 6; Torres 6,5, Danilo Pereira 5, André André 6,5; André Silva 5, Tiquinho Soares 4, Brahimi 4,5. Allenatore: Espirito Santo 4

Juventus-Porto, le dichiarazioni dei protagonisti

Il primo a parlare ai microfoni di Premium Sport è l’autore del gol partita, Paulo Dybala. Ecco le parole della ‘Joya’: “È stato più difficile tirare il rigore contro il Milan rispetto a quello di oggi. In quella partita c’era più tensione e poi erano i minuti finali. È stata comunque una bella serata e speriamo di andare avanti così – dice la Joya – Ci sono tante squadre forti e difficili da affrontare, ma noi possiamo vincere la Champions League. Mi auguro di arrivare in finale col Barcellona. Io due anni fa non c’ero, ma mi piacerebbe giocare la rivincita contro Messi (sorride, ndr)”.

Subito dopo Dybala, è mister Allegri a parlare: “L’obiettivo minimo stagionale è stato raggiunto. Siamo tra le prime otto d’Europa e mano a mano che si va avanti, diventa sempre più difficile. Sulla partita di stasera, non sono molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi. Dopo un buon primo tempo, abbiamo peccato di superficialità nella ripresa. La velocità del giro palla non è stato ottimale e troppo spesso siamo stati frettolosi”. Sulla prestazione di Pjaca: “È giovane e va lasciato crescere, ma deve capire che in una partita di calcio esiste anche la fase difensiva, oltre a quella offensiva. Dovrebbe prendere esempio da Mandzukic, sempre disposto a sacrificarsi per la squadra”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.