Chelsea, Conte allenatore vincente e star del web: ora ha anche una emoji tutta sua

Conte allenatore del Chelsea

Antonio Conte è sicuramente tra gli allenatori più bravi in circolazione. Dopo aver vinto in Italia con la Juventus e aver fatto diventare la Nazionale Italiana una squadra difficile da battere, è riuscito nell’impresa di vincere al primo tentativo la Premier League con il Chelsea. Ricordiamo che i Blues venivano dal decimo posto ottenuto nella passata stagione. Vincere quest’anno non era neanche tanto scontato.

Un combattente prima che allenatore, Conte ha dato lustro del suo spessore soprattutto nel corso dell’Europeo in Francia. Il tecnico pugliese ha dimostrato di sentire particolarmente la partita riuscendo a trasmettere le sue emozioni e la sua grinta al gruppo da lui allenato. Poi l’avventura con il Chelsea. Squadra presa dopo una stagione non proprio felice. Così come accadde anche alla Juventus. I bianconeri vinsero, infatti, a sorpresa il campionato.

Antonio Conte star del web, twitter lo celebra con una emoji

Quando sei una star è giusto essere celebrati. Questo discorso vale anche per Antonio Conte. Definito da molti addetti ai lavori come tecnico dei miracoli, l’allenatore si è fatto ben conoscere anche in Premier League a suon di risultati. Il suo modo di vivere le partite non è passato inosservato e in quanto vero fenomeno è giusto essere celebrato. A fare gli onori a Conte ci ha pensato Twitter da anni pioniere di iniziative simpatiche. Se il mondo del web, infatti, utilizzando il social network Twitter digita l’hashtag #ChelseaChampions, apparirà una emoji raffigurante l’allenatore intento ad esultare.

Conte è il primo allenatore italiano ad essere celebrato con una emoji ma non è il primo personaggio del mondo del calcio ad averne una. Prima di lui, infatti, twitter ha celebrato anche Cristiano Ronaldo e Paul Pogba. Anche se non c’erano dubbi in merito,  si può dire che Conte è una vera e propria star e per tanto anche il web ha deciso di celebrarlo.

Ecco la emoji raffigurante l’allenatore del Chelsea:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.