Closing Milan, Fassone: ‘Super budget sul mercato, costruiremo lo stadio’

stretta di mano tra berlusconi e li yonghong dopo il closing del milan

Si è conclusa la conferenza stampa della nuova proprietà rossonera dopo il closing del 13 aprile 2017. La nuova dirigenza del Milan è finalmente uscita allo scoperto, con il presidente Yonghong Li che ha rilasciato una dichiarazione e con il neo amministratore delegato Marco Fassone che si è sottoposto alle domande dei tantissimi giornalisti presenti e provenienti da tutto il mondo.

L’ad dei rossoneri ha parlato a 360 gradi del Milan che verrà. I temi più caldi sono quelli legati al calciomercato, ai futuri investimenti, ai rinnovi contrattuali e agli obiettivi della società di via Aldo Rossi. Di seguito, le parole di Yonghong Li e di Marco Fassone.

Closing Milan, le prime parole di Yonghong Li

Alle ore 11,26 ha rilasciato una dichiarazione Yonghong Li. Queste le prime parole del neo presidente del Milan: “Desidero ringraziare il presidente Berlusconi e Fininvest per la fiducia riposta in noi. Il Milan è un top club con 118 anni di storia. Negli ultimi 30 anni, ha ottenuto innumerevoli successi. Tutte le stelle che sono state in questi club fanno si che i tifosi si aspettano il ritorno della società ai vertici europei. Per questo, abbiamo una grande responsabilità. Noi crediamo che Marco Fassone possa essere la migliore guida per il futuro e per questo abbiamo deciso di affidargli la gestione del club. Il nostro obiettivo futuro, naturalmente, è fare in modo che i tifosi possano amare sempre di più il Milan. Forza Milan“.

In basso, tutte le risposte di Marco Fassone alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa.

12,16 – “La composizione del cda l’avete scritta un po’ tutti (riferendosi ai giornalisti, ndr). C’è una componente di tre direttori italiani di altissimo profilo, e questo mi inorgoglisce. Sono Roberto Cappelli, Paolo Scaroni e Marco Patuano”. Su eventuali sponsorizzazioni in Cina: “Ancora non ci sono, ma probabilmente ci saranno. Comunque, il mercato cinese va approcciato in modo diverso, quindi non sono prioritarie. Ci deve essere bisogno di un rapporto di dare-avere. Noi dobbiamo portare la competenza calcistica, che lì non è radicata”.

12,08 – “La squadra attuale ha talento e prospettiva. Siamo la squadra più giovane dell’intera Serie A e questo mi sembra un atto coraggio da parte della precedenza dirigenza. Abbiamo una squadra ricca di talenti e giovani, che possono essere la nostra garanzia per il futuro. Dovremo affiancare loro giocatori di esperienza, creando quel mix di successo tra giovani e calciatori esperti”. Sul derby: “Non saprei fare pronostici, mi piace l’idea di vedere un grande Milan”.

12,04 – “Per riportare il Milan in alto dobbiamo raddoppiare il fatturato. Dobbiamo farlo, nel medio periodo, con la Champions League e con lo stadio. L’esserci o non esserci cambia la stagione per una società, perchè gli introiti sono ragguardevoli e una società come questa non può restare fuori. Nel lungo periodo, invece, dobbiamo puntare sulla Cina, arrivando a sviluppare quel mercato. Il Milan in Cina è un qualcosa di straordinario. Ho visto con i miei occhi che tutte le generazioni dai trent’anni in su hanno in mente le imprese del grande Milan”.

11,59 – “Le prime cose che faremo e che ritengo prioritarie sono quella di costruire una squadra altamente competitiva per il 2017/2018. Questi dovranno essere mesi caldi, perchè vogliamo costruire la base per il futuro. Inoltre, dobbiamo sviluppare il business di questa società sul mercato cinese. L’operazione che il presidente ha intenzione di realizzare è di una straordinaria innovatività”.

11,53 – Sullo stadio: “Ci teniamo tutti a fare si che il Milan possa giocare in uno stadio tutto suo. San Siro è straordinario, ma lo stadio è certamente una delle cose che vogliamo fare, per dotare il Milan di una casa tutta propria. Dobbiamo incontrare le istituzioni per capirne meglio al riguardo”.

11,52 – Sulla presenza di una bandiera all’interno del Milan: “Farò una lunga chiacchierata con Franco Baresi e Filippo Galli. La volontà è quella di arrivare all’inizio della stagione 2017/2018 con l’organigramma messo a punto”.

11,49 – “È importante sapere che non arrivo al Milan con nessun pregiudizio. Il mio passato nell’Inter non condizionerà mai alcuna mia scelta. Nella prossima settimana incontrerò tutti i dipendenti e cercherò di migliorare ulteriormente la gestione manageriale della società”. Sui rinnovi contrattuali: “Fino ad oggi ho preferito non addentrarmi nelle decisioni della società. Dopo l’assemblea, a partire da domani, inizierà la parte operativa. I rinnovi sono certamente tra le nostre priorità già dalla prossima settimana”.

11,48 – Sul futuro in Europa: “La nostra idea è quella di tornare il prima possibile in Champions League, che è una platea a cui il Milan non può rinunciare. Dal prossimo anno l’Italia avrà quattro posti garantiti e questo è sicuramente un vantaggio. Noi vogliamo tornare in Champions dal prossimo anno”.

11,45 – “Vi assicuro che questa è un’operazione enorme per il calcio italiano. È stato un acquisto da 740 milioni di euro, a cui si sommano altri soldi, arrivando ad una transazione totale da oltre un miliardo di euro. Per quella che è la mia esperienza, questa è una transazione in cui la parte debitoria non è rilevante. Il club che prendo in gestione oggi ha un indebitamento bassissimo, in confronto a quello che sono le risorse del Milan. Siamo molto tranquilli e fiduciosi per il futuro”.

11,43 – “La trattativa ha conosciuto momenti di grande difficoltà per via delle normative vigenti in Cina. La Fininvest ha avuto l’opportunità di interrompere la trattativa, ma il presidente Berlusconi e i manager di Fininvest sono riusciti a capire che la volontà di chiudere è sempre stata molto forte”.

11,41 – “Barbara Berlusconi continuerà a essere a capo di ‘Fondazione Milan’. Vogliamo dare continuità alla gestione del presidente Berlusconi”.

11,40 – Sul piano UEFA per il ‘voluntaary agreement’: “La UEFA ha accettato la nostra volontà di rinviare la presentazione del piano prevista per il 31 marzo. Sono certo che non ci saranno particolari problemi”.

11,37 – “Abbiamo delle idee sul mercato, con Massimo Mirabelli che sarà il nostro direttore sportivo. Adesso dobbiamo metterci a tavolino con l’allenatore, in modo tale che tutto il gruppo tecnico del Milan possa essere in sintonia. Per quanto riguarda il budget, certamente sarà molto importante e ci consentirà di raggiungerein tempi brevi grandi traguardi”. Su Montella: “Vincenzo è un allenatore che ha tutta la nostra stima, il nostro supporto e apprezzamento. Ci sarà un totale appoggio nei confronti del nostro attuale allenatore”.

11,33 – “Da oggi riprendo a fare il mio mestiere. Prendo in mano il Milan, con il vantaggio di studiare dal 5 agosto ad oggi quello che è questo fantastico club. In questi mesi mi sono potuto ricostruire un buon background”. Sul rinnovo di Donnarumma: “Vi posso dire e confermare che da parte nostra c’è tutta la considerazione che Gigio Donnarumma merita. Vogliamo risolvere la questione in tempi rapidi e vogliamo che Donnarumma diventi una colonna per il Milan del futuro”.

11,31 – Ecco le sue parole: “Giornata speciale per me, ci tenevo a fare tre pensieri. Il primo certamente a Mr Li e Mr Han che mi hanno dato questa possibilità. Hanno resistito alla tentazione di fare dei cambiamenti e li ringrazio ancora di più per questo. Il secondo pensiero è per la vecchia dirigenza, per Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e Barbara Berlusconi, che mi hanno rispettato nel corso di questi mesi. Il terzo va a voi giornalisti, che siete stati messi a dura prova da noi, date le poche informazioni a vostra disposizione”

11,30 – La conferenza stampa sarà condotta dal nuovo amministratore delegato Marco Fassone

11,24 – Marco Fassone, Han Li e Yonghong Li: sono loro tre che parleranno davanti ai microfoni e risponderanno alle domande dei giornalisti

11,23 – I nuovi dirigenti rossoneri fanno il loro ingresso all’interno della sala stampa. A breve la conferenza avrà inizio

11,12 – Si attende ancora l’arrivo di neo dirigenti del Milan nella sala stampa

11,08 – Si sono seduti tutti i giornalisti all’interno della sala stampa di Milanello. A breve dovremmo conoscere i nuovi proprietari della società rossonera

ore 11 – Tra pochissimi minuti avrà inizio la prima conferenza stampa dei nuovi dirigenti rossoneri. C’è qualche minuto di ritardo, ma nulla di preoccupante

Conferenza stampa Li Yonghong dopo il closing Milan

Prenderà il via alle ore 11 la conferenza stampa di Li Yonghong, il nuovo proprietario del Milan. Dopo il closing di giovedì 13 aprile, dunque, il neo presidente rossonero si appresta a fare le sue prime dichiarazioni davanti alle telecamere. Potrete restare aggiornati grazie a www.calcionewsweb.it, dove vi verrà proposta la conferenza LIVE in tempo reale, con tutte le parole dei dirigenti del Milan.

La tanto famigerata cessione dei rossoneri è arrivata dopo molti mesi travagliati. A un certo punto, infatti, tutto faceva pensare a fatto che il passaggio di proprietà in mano cinese sarebbe potuto saltare, per via dei continui rinvii di Li Yonghong e dei presunti investitori che sarebbero dovuti entrare nella società.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.