Crotone, Martella crede nella salvezza: Empoli e Genoa sono avvisate

Martella crede nella salvezza del Crotone

Il Crotone in questo scorcio finale di stagione sta sorprendendo tutti. Dato praticamente per spacciato ha iniziato a macinare punti pesanti. La classifica al momento dice che i punti in classifica sono 24. Nelle ultime quattro partite sono arrivati 10 punti. Battute Chievo, Inter e Sampdoria mentre il pareggio è venuto in trasferta contro il Torino alla 32a giornata di Serie A.

L’impressionante media punti di quest’ultimo mese è frutto del duro lavoro cui Davide Nicola ha sottoposto i suoi ragazzi. Se si considera l’intero campionato, però, si può notare che il gioco e la dedizione non sono mai mancati. L’inesperienza del gruppo catapultatosi in una realtà tutta nuova ha penalizzato oltre modo una squadra che ha i mezzi per non tornare nella serie cadetta.

Notizie Crotone, Martella crede nella salvezza

Gli Squali devono realizzare una vera e propria impresa. A cinque giornate dalla fine tutto è ancora possibile. Infondo né l’Empoli né il Genoa sono particolarmente distanti. La squadra di Martusciello è a 29 punti, 1 in meno rispetto alla squadra allenata da Juric. Tutto, però, può accadere. Intercettato dai microfoni del sito ufficiale del Crotone, Martella ha parlato di questo rush finale di campionato. L’esterno di Nicola è consapevole della difficoltà di questi ultimi cinque impegni ma con i suoi compagni hanno la forza per affrontare al meglio tutte le partite. Ecco le parole di Bruno Martella: “Abbiamo ripreso ieri, sempre a mille. Siamo carichi per la partita di domenica e siamo in grande forma, come abbiamo dimostrato nelle ultime uscite. Adesso vogliamo prolungare la nostra serie positiva nella sfida contro il Milan. La prima parte della stagione mi è servita per crescere e adattarmi, ora sto bene fisicamente. Pensiamo solo alla partita di domenica, sarà molto importante. La città si merita il meglio, come i nostri tifosi, visto che ci sono stati sempre vicini. L’Empoli è a 5 punti, il Genoa a 6: siamo lì, e non dobbiamo mollare neanche un centimetro”. 5 partite che hanno il sapore di 5 finali e dove la parola d’ordine impartita da Davide Nicola è ‘vietato sbagliare’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.