Derby Genoa-Sampdoria: Muriel regala la vittoria ai blucerchiati

luis muriel con la maglia della sampdoria

A distanza di 57 anni l’impresa si ripete: la Sampdoria riesce a vincere entrambi i derby nella stessa stagione. Dopo la vittoria nella sfida di andata per 2-1, dunque, i blucerchiati conquistano anche il derby di ritorno. Tanta, a fine gara, la gioia di giocatori e tifosi, che hanno applaudito a lungo la squadra. È bastato un gol di Luis Muriel al 71′ per risolvere la partita, terminata col risultato di 1-0 per i doriani. L’attaccante colombiano ha sfruttato una grave disattenzione difensiva degli uomini di Mandorlini.

Genoa-Sampdoria, Muriel: “Abbiamo scritto la storia”

Nell’intervista post-gara ha parlato l’uomo decisivo di questo ‘Derby della Lanterna’, Luis Muriel. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport’: “Non ci sono parole per descrivere quello che sto sentendo in questo momento. Con la vittoria odierna, abbiamo scritto la storia della Sampdoria. Erano 57 anni che non vincevamo entrambi i derby – prosegue il 25enne colombiano – e avere contribuito a realizzare questa impresa con i miei gol mi rallegra tantissimo. Quest’anno sento la fiducia della società e dell’allenatore e ciò mi spinge a dare il massimo per la squadra”. Poi, alla domanda sul suo futuro, il giocatore taglia corto: “Adesso non ci penso. Voglio solo godermi il momento con questi tifosi meravigliosi”.

Derby della Lanterna, le parole degli allenatori

Il primo a parlare è stato Marco Giampaolo. Il tecnico della Sampdoria, visibilmente contento, ha così parlato: “Abbiamo fatto un qualcosa di bellissimo, facendo una partita pulita e senza imperfezioni, commettendo sei soli falli in novanta minuti. È stata una partita complicata, perchè il Genoa non ci permetteva di andare a prenderli alti. Siamo stati bravi sulle seconde palle e sempre centrati in difesa. Schick? È un bravo ragazzo e sono sicuro che avrà un gran futuro. Spero di poterlo allenare anche il prossimo anno alla Samp”. Sul rinnovo contrattuale: “Ci incontreremo con il presidente Ferrero, ma c’è tempo. Comunque, se l’intenzione è quella di allungarlo, a me va benissimo (sorride, ndr)”. Infine, sul suo futuro: “Resto con i piedi per terra e per ora mi godo questa vittoria”.

Queste, invece, le parole del tecnico genoano, Andrea Mandorlini: “Non abbiamo giocato come dovevamo nel secondo tempo. Gli episodi e l’errore di Ntcham ha condizionato la gara, ma sono cose che possono capitare. Non siamo stati aggressivi e abbiamo concesso loro troppa libertà di manovra. In questo momento, ho qualche problema nello sviluppo del gioco, ma sto cercando di inculcare ai ragazzi la mia idea di gioco. Ci vorrà un po’ di tempo, ma sono sicuro che faremo bene”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.