Diego Costa-Chelsea, è guerra aperta: duro comunicato dell’attaccante

Il Milan tratta con il procuratore di Diego Costa

Nervi tesi in casa Chelsea, con la società londinese alle prese con la spinosa grana relativa a Diego Costa. Dopo essere stato tagliato fuori dal tecnico dei ‘Blues’ Antonio Conte, l’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo ha espresso la sua volontà di accasarsi all’Atletico Madrid.

Tuttavia, il mercato bloccato dei ‘Colchoneros’ non semplifica l’operazione, con il club di Abramovich che non sarebbe disposto ad aspettare gennaio per liberarsi del calciatore, che – dal canto suo – non è dello stesso avviso. Costa, infatti, preferisce restare fermo fino a gennaio e aspettare la squadra di Simeone piuttosto che andare altrove nell’attuale sessione di calciomercato. Questo ha portato ad incrinare ulteriormente i rapporti tra le parti, con il Chelsea che ha deciso di sospendergli addirittura lo stipendio.

Nella giornata di oggi, è arrivato il duro comunicato del calciatore, che ha ribadito – semmai ce ne fosse ancora bisogno – la sua volontà: “Se l’allenatore non mi vuole, la squadra in cui voglio andare è l’Atlético Madrid. Ho rifiutato altre offerte. Mi vogliono vendere in Cina o altrove. Se sono tagliato fuori, voglio andare nel club che voglio io, non in quello che paga di più. Voglio che l’accordo con l’Atlético Madrid si risolva in questo mese”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.