ESCLUSIVA CALCIONEWSWEB – Intervista Mauro Suma: ‘Rinnovo Donnarumma ancora possibile’

Mauro Suma intervistato da calcionewsweb

Quasi come la canzone dell’estate, quella che ti resta impressa e che la senti risuonare ovunque vai, anche la sessione estiva di calciomercato ha già il suo tormentone. Per quanto riguarda la musica lo scettro va sicuramente a Despacito, nel calcio però vince di gran lunga il caso Donnarumma. Una vicenda ‘spiattellata’ in lungo e in largo e che fa parlare di sé anche in Polonia dove la Nazionale italiana Under 21 è impegnata agli Europei di pari categoria. In occasione del debutto contro la Danimarca, infatti, Gigio Donnarumma è stato al centro delle attenzioni di alcuni facinorosi del Milan club Polonia. Un accaduto di certo non bello da vedere ma che sintetizza tutta la delusione che c’è tra i tifosi rossoneri. Il caso Donnarumma, così ribattezzato perché l’intrigo s’infittisce sempre più, ci regala ogni giorno puntate nuove. In ordine di tempo, tra la giornata di domenica sera e quella di lunedì, gli appassionati alla vicenda hanno assistito allo scontro Raiola-Fassone e poi al comunicato ufficiale diramato dalla Curva Sud che ha voluto esprimere la sua opinione in merito alle ‘accuse’ dell’agente italo-olandese. Tutti sentono, tutti leggono e tutti si sono fatti una propria opinione sulla vicenda. Noi di CalcioNewsWeb.it abbiamo avvicinato Mauro Suma, giornalista di Milan TV, il quale ci ha concesso una gentile intervista esponendoci il proprio pensiero sul mancato rinnovo di Gigio Donnarumma. Una breve chiacchierata che fa capire anche il punto di vista di un professionista come Suma, molto vicino al mondo Milan.

Ciao Mauro, purtroppo al Milan è scoppiato il caso Donnarumma, un epilogo al quale nessun tifoso avrebbe mai voluto assistere, ma che di fatto ha preso forma: che idea ti sei fatto sulla vicenda?

Buongiorno. C’è un’amara sensazione, sembra ci fosse qualcosa di già scritto in tutta la vicenda e che pretesti e incomprensioni l’hanno portata dalla parte opposta del cuore.

Raiola ha provato a dare una spiegazione sul perché del rifiuto: parole che, però, a molti sono apparse poco credibili. Pensi che nei suoi piani c’era già da tempo l’idea di portare Donnarumma via dal Milan?

Si lo credo, anche se il Raiola di oggi è diverso da quello di sei-sette mesi fa. All’epoca eccepiva sul progetto sportivo, sul mercato e sui cinesi. Oggi, invece, la linea del Piave sono gli sms di Mirabelli. Mah…

Senza Adriano Galliani in società, i poteri di Raiola nel Milan si sono ridimensionati?

Non ci sono mai stati poteri. Nel 2015 Donnarumma stava andando al Bayern Monaco, ma alla fine è rimasto. Forse c’era più feeling, ma Raiola avrebbe tenuto lo stesso atteggiamento di oggi su Gigio anche con Galliani. Non a caso ne ha respinto il tentativo di mediazione.

Potrebbe, invece, Raiola inconsciamente aver accusato il colpo degli ultimi affari di Fassone e Mirabelli con Jorge Mendes? E credi ci sia una possibilità di poter assistere al rinnovo di Donnarumma?

Non lo so, ma spero che non siano stati davvero gli umori soggettivi di Raiola a far scoppiare questo pandemonio mediatico, sportivo e umano. Anche se c’è una percentuale piccola, con il buon senso, credo che ci possa essere il rinnovo di Gigio.

Donnarumma ha esordito nel Milan a 16 anni. I rossoneri in rosa hanno anche un altro giovane talento reduce dalla fantastica esperienza con l’Italia ai Mondiali Under 20, piazzatasi al terzo posto anche grazie a due sue parate decisive ai penalty: Alessandro Plizzari. Credi che con Plizzari si possa provare a fare lo stesso passo fatto con Gigio o è meglio attendere?

Nell’immediato meglio non perseverare. Ma nel giro di due anni Plizzari può essere il nuovo Gigio.

Grazie e buon lavoro.

Grazie a voi di CalcioNewsWeb.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.