Finale Champions League Juventus-Real Madrid: Bruno Peres gufa i bianconeri

Bruno Peres spera che la Champions League vada al Real Madrid

La rivalità tra Juventus e Roma continua anche al di fuori del rettangolo di gioco. Non è la prima volta che i calciatori di entrambe le squadre si punzecchiano con affermazioni quasi bellicose o sfottò che generano ovvie risposte . Questa volta è toccato a Bruno Peres, terzino giallorosso, parlare dei bianconeri. Ovviamente la Juventus non è il primo né l’unico pensiero del giocatore brasiliano però quando ce n’è occasione sembra quasi impossibile non parlarne.

La Roma in questa stagione si avvia alla conquista del secondo posto in campionato. Bruno Peres è stato sicuramente tra i protagonisti anche se nelle ultime partite Spalletti lo ha lasciato in panchina. Il terzino brasiliano ha spiegato che la scelta dell’allenatore dipende dal cambio di modulo che c’è stato in questo finale di stagione. Bruno Peres ci ha tenuto subito a precisare che accetta le scelte di Spalletti senza alcun problema. L’importante è farsi trovare pronti all’occorrenza.

Bruno Peres gufa la Juventus in Finale di Champions League

La Finale di Champions League Juventus-Real Madrid non riguarda direttamente la Roma. Tuttavia come non pensare a quello che è considerato, forse, l’evento più atteso della stagione. In Italia molti club sperano nella conquista della Coppa dalle grandi orecchie da parte della Juventus. Il trofeo tornerebbe, così, in Italia. Tra i tanti fiduciosi e ‘tifosi’, però, c’è anche chi gufa la Juventus. Bruno Peres è tra questi. Il giocatore giallorosso ha fatto prima i complimenti per il titolo di Campione d’Italia conquistato dai bianconeri. Poi, però, alla domanda inerente la Finale di Champions League Juventus-Real Madrid ha detto (parlando probabilmente anche a nome dei compagni di squadra): “La Juventus è una bella squadra, ha fatto bene, sbagliando poco, quindi ha meritato di vincere il campionato e in Champions. Però noi tifiamo affinché non riescano a fare il triplete, così siamo contenti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.