Formazione Palermo con Zamparini: i migliori acquisti nella storia del patron

formazione palermo zamparini

In quindici anni di presidenza del Palermo ha lasciato sicuramente il segno Maurizio Zamparini. L’ormai ex patron dei rosanero, noto per la sua esuberanza che lo ha portato a cambiare oltre 30 allenatori sulla panchina dei siciliani, annovera tra le sue virtù un gran fiuto per gli affari sui calciatori. In questi tre lustri, infatti, da Palermo sono passati giocatori in grado di entusiasmare le tifoserie delle più grandi piazze calcistiche del mondo. Da Dybala a Pastore, passando per Cavani, la lista dei grandi nomi che hanno indossato la maglia rosanero è molto dettagliata.

Formazione Palermo-Zamparini: una squadra da Champions?

Se si provasse a comporre una squadra con tutti i migliori acquisti nella storia di Zamparini, ne uscirebbe fuori un undici titolare da sogno, in grado – probabilmente – di vincere lo scudetto e di puntare alla Champions League. Addirittura, in panchina sarebbero costretti a sedersi nomi come quello del ‘Gallo’ Belotti, capocannoniere di questo campionato, e Amauri, capace di segnare 84 gol in Serie A. Ecco come potrebbe essere la squadra titolare del Palermo, se se tenesse conto di tutti i giocatori acquistati nell’era Zamparini. Il modulo scelto sarebbe un 4-3-3 offensivo, con Pastore che farebbe da collante tra il reparto di mediana e quello offensivo:

Palermo (4-3-3): Sirigu, Darmian, Barzagli, Glik, Grosso; Nocerino, Ilicic, Pastore, Dybala, Cavani, Toni (Belotti).

Naturalmente, si tratta solo di una provocazione. Questa squadra sarebbe, in linea di principio, senza equilibrio e farebbe – presumibilmente – poco filtro a centrocampo. Inoltre, resterebbero fuori dai titolari nomi del calibro del ‘Mudo’ Vazquez e di Miccoli (miglior realizzatore nella storia dei siciliani). Ma, di sicuro, i tifosi del Palermo, in tutti questi anni, hanno visto passare molti giocatori di talento esplosi successivamente e hanno avuto l’opportunità di gioire di fronte alle loro gesta in rosanero. Non male, per una squadra da sempre considerata come provinciale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.