Calcio, frode fiscale in Inghilterra: tremano dodici club inglesi

il direttore generale del newcastle lee charnley sorridente

Giorno buio per l’Inghilterra. Il paese anglo-sassone è stato coinvolto, nella giornata di oggi (mercoledì 26 aprile 2017) in un nuovo scandalo legato al mondo del calcio. È avvenuta nella mattinata una maxi retata delle forze di polizia, che hanno perquisito le sedi di Chelsea, West Ham, Newcastle.

Alla base dell’operazione, c’è il sospetto di una evasione fiscale. In seguito all’irruzione degli oltre 180 poliziotti, sono stati sequestrati computer, smartphone e registri alla ricerca di prove schiaccianti per confermare l’accusa mossa dagli inquirenti. Ma non è finita. Ci sono stati anche numerosi arresti, tra cui quello del direttore generale del Newcastle Lee Charnley. Proprio i ‘Magpies’ pochi giorni fa avevano festeggiato il ritorno in Premier League grazie all’ottimo lavoro svolto da Rafa Benitez. Il tecnico spagnolo, rimasto senza panchina la scorsa estate, aveva accettato di scendere di categoria pur di non restare appiedato.

Inghilterra sotto shock: altro scandalo nel mondo del calcio

L’inchiesta, sfociata nella maxi retata di oggi, si sviluppa tra Inghilterra Francia, dove la squadra ad essere nel mirino degli inquirenti è il Marsiglia. La società calcistica francese – negli ultimi anni – ha effettuato numerose operazioni con West Ham Newcastle. Il trasferimento di più ampio risalto mediatico è, certamente, quello di Dimitri Payet, ceduto dal Marsiglia al West Ham nel 2015 e tornato al club attualmente allenato da Rudy Garcia nell’ultima sessione invernale di calciomercato.

Ad ogni modo, questo scandalo legato al mondo del calcio sembra essere destinato ad allargarsi. Stando da quel che filtra dalle indagini, infatti, sarebbero ben dodici i club calcistici coinvolti. Come anticipato sopra, il tabloid inglese del ‘Daily Mail’ riporta come ci sia stata una perquisizione anche nella sede del Chelsea.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.