Inter, top e flop acquisti di Sabatini: da Pastore a De Melo senza dimenticare Gerson

Sabatini nuovo dirigente dell'Inter

Walter Sabatini è il nuovo coordinatore dell’area tecnica dell’Inter. Dopo la presentazione ufficiale in Cina è già tempo di mettersi a lavoro.L’ex ds giallorosso ha sposato pienamente il progetto Suning. Non si occuperà, infatti, solo della gestione del club di Corso Vittorio Emanuele. Farà da spola tra la Cina e l’Italia per potersi occupare anche dello Jiangsu. Il tutto, ovviamente avvalendosi del prezioso aiuto di suoi collaboratori fidati.

Sulla professionalità di Sabatini c’è poco da dire. Stiamo parlando di uno tra i dirigenti più bravi che il panorama calcistico avesse mai potuto presentare. Le ultime stagioni alla Roma, però, sono state un pò tormentante. Messo più volte in discussione dai tifosi. Ma questo si sa è lecito nel mondo del calcio, un mondo dove la riconoscenza non sembra esser proprio di casa. E’ bastato qualche acquisto non all’altezza delle aspettative che subito è stato rimosso quanto di buono è stato fatto in precedenza.

Inter, inizia l’era di Sabatini: ecco alcuni tra i top e flop acquistati

Walter Sabatini è uno che sa il fatto suo in chiave mercato. Suning ha deciso di affidare i suoi progetti a lui perché certo della buona riuscita degli stessi. L’entusiasmo c’è, così come ci sono i capitali per poter affrontare al meglio la prossima sessione di trattative. Sabatini si occuperà anche del settore giovanile nerazzurro dal quale si spera di poter estrapolare qualche talento per il futuro. Bisogna, ora, mettersi solo all’opera. Il primo passo è trovare un allenatore che faccia a caso dell’Inter dopo l’esonero di Pioli. E’ da qui che si dovrà partire per preparare al meglio la prossima stagione.

Parlando di mercato, ovviamente, sono tanti i nomi arrivati tra Lazio, Palermo e Roma sotto la sua gestione. Tra questi tanti top player che hanno portato plusvalenze importanti nelle rivendite. Non sono, comunque da meno i flop di mercato. Ma questo si sa, è all’ordine del giorno. Nel calcio sono tanti i calciatori che non mantengono le aspettative sperate. Tuttavia, proprio, i flop sono causa di contestazioni continue da parte dei tifosi. Sarebbero tanti i nomi da inserire nella lista dei top e flop acquisti di Sabatini. Partendo da Pastore arrivato al Palermo per 6,5 milioni di euro e rivenduto al PSG per 43 milioni di euro. Tra i flop come non annoverare l’ultimo ‘gioiello’ giallorosso, Gerson per il quale la Roma ha aperto un’asta furibonda con il Barcellona. Ci limiteremo qui a scrivere solo 5 top e 5 flop acquistati da Sabatini, sia chiaro però, la lista è davvero lunga.

Ecco la top five degli acquisti di Sabatini:

  • Pastore arrivato al Palermo per 6,5 milioni di euro, rivenduto al PSG per 43 milioni.
  • Lamela arrivato alla Roma per 17 milioni di euro, ceduto al Tottenham per 35 milioni.
  • ​Marquinhos arrivato alla Roma per 7 milioni di euro, ceduto al PSG per 32  milioni.
  • Benatia arrivato alla Roma per 11 milioni di euro, ceduto al Bayern Monaco per 30 milioni di euro.
  • Kolarov arrivato alla Lazio per 800 mila euro, venduto al City per 23 milioni di euro.

Nella lunga lista andrebbero, comunque inseriti anche Nainggolan e Salah il cui valore di mercato è al momento da vero top player e, in caso di cessione, arricchirebbe le casse della Roma.

Ecco i peggiori acquisti di Sabatini, con la flop five:

  • Iturbe dal Verona, pagato oltre 25 milioni di euro.
  • Doumbia dal CSKA Mosca, pagato più di 15 milioni di euro.
  • Meghni (il nuovo Zidane, almeno così si diceva) arrivato dal Bologna per 5 milioni di euro.
  • Gerson dal Fluminense, pagato oltre 16 milioni di euro.
  • De Melo dal Le Mans, arrivato a parametro zero. Al centro, però, di una querelle con il Parma, in quanto aveva firmato sia con il Palermo che con i ducali. Alla fine l’hanno spuntata i rosanero ma dopo soli 6 mesi lo hanno mandato via.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.