Juventus, Allegri shock: la delusione di Cardiff gli ha fatto meditare l’addio

Allegri ha pensato di lasciare la Juve

Massimiliano Allegri lontano dalla Juventus? Scenario ora impensabile soprattutto dopo il rinnovo del contratto delle scorse settimane. Tuttavia l’addio è stato vicino. A sentenziarlo è stata la bruciante sconfitta di Cardiff. Una delusione ancora forte tra i bianconeri per com’è maturata. Inutile nascondersi dietro l’avversario incontrato. Sicuramente il Real Madrid è tra i migliori club al mondo, ma l’1-4 è un passivo troppo pesante per una squadra che in Italia vince, ormai, a mani basse e fino alla Finale di Champions League ha avuto un percorso costante.

Forse, però, la vittoria contro il Barcellona ha distorto un pò la realtà. Alzi la mano chi non ha pensato che la Juventus era la candidata a vincere la Champions League 2016/2017. A pensare che nel corso del primo tempo, il divario tra bianconeri e il Real Madrid non è stato così netto. Al ritorno in campo per il secondo tempo, però, qualcosa è cambiato. La Juventus si è dissolta cadendo sotto i colpi degli avversari incapace di reagire. Delusione stampata sul volto della squadra e, soprattutto, di Allegri che ha sfiorato per la seconda volta la coppa dalle grandi orecchie.

Allegri via dalla Juventus, scenario possibile dopo Cardiff

Allegri è sicuro, ripetersi dopo queste stagioni straordinarie sarà difficile. Non impossibile, però, soprattutto se si considera che la società è già in azione pronta a rinforzare l’attuale rosa lì dove ce n’è bisogno. L’allenatore bianconero, comunque, ama le sfide e per questo ha deciso di prolungare il suo contratto con i bianconeri. Tutto molto bello, se non fosse per il fatto che proprio Allegri ha pensato di lasciare la Juventus dopo Cardiff. A confermarlo è lui stesso ai microfoni di Premium Sport: “Tutti pensavano che me ne sarei andato in caso di vittoria, al limite lo avrei fatto in caso di sconfitta. Ho dovuto pensare per capire cosa avessi dentro e ripartire nel migliore dei modi. Ho parlato con la società e ci sono i presupposti per fare un’altra  grande stagione”.

Cardiff ora è solo un ricordo e bisogna ripartire più forti che mai perché tanto in Serie A quanto nella prossima Champions League ci sono avversari agguerriti. Napoli e Roma restano le principali rivali per quanto riguarda il campionato. In Champions, invece, la Premier League è presente con cinque squadre pronte a tutto pur di arrivare il più lontano possibile nella competizione. Non vanno, comunque, dimenticate il Real Madrid, il Barcellona e il Bayern Monaco di Ancelotti. Queste ultime due, soprattutto sono desiderose di riscatto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.