Juventus, Allegri tentato dal PSG: ecco le alternative in caso di addio

Allegri è ancora incerto sul futuro

La finale di Cardiff non ha portato in dote solo la sconfitta contro il Real Madrid. Ha gettato, piuttosto, ombra sul futuro di Allegri. La società bianconera si è esposta più volte in merito confermando di voler continuare il percorso con il tecnico livornese. In tre anni, con lui in panchina, sono arrivati 3 campionati, 3 Coppe Italia, 1 Supercoppa italiana e due finali di Champions League. Una guida tutt’altro che fallimentare. E’ così spiegato il perché la società ha tutte le intenzioni di continuare ad affidare ancora a lungo la panchina ad Allegri.

I colpi di scena, però, sono sempre dietro l’angolo. Nel post partita lo stesso Massimiliano Allegri prima di lasciare Cardiff, alla domanda inerente il proprio futuro ha risposto con un semplice: “Vedremo, vedremo”. Una risposta che vuol dire tutto e allo stesso tempo niente. Sta di fatto che in settimana dovrebbe esserci il tanto atteso incontro con Marotta per discutere il rinnovo del contratto. Si analizzerà tutto. Se c’è ancora comunione d’intenti e se la voglia di migliorarsi è ancora forte continuando un ciclo vincente. Non va, però, sottovalutato anche l’aspetto economico. In queste ultime ore Allegri avrebbe, infatti, ricevuto un’offerta importante proveniente direttamente dalla Francia.

Notizie Juventus, Allegri tentato da una nuova esperienza: gli scenari

Come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, Massimiliano Allegri in queste ore starebbe valutando se restare alla guida della Juventus o se salutare tutti per una nuova esperienza. Entro questa settimana se ne saprà qualcosa in più. Sta di fatto che Allegri per poter essere ancora il condottiero bianconero vorrebbe un ritocco dell’ingaggio fino a 8 milioni di euro. Dall’altra parte, invece, c’è l’ombra del PSG. Secondo la rosea, Al Khelaifi per portare Allegri alla guida del club parigino sarebbe disposto a proporgli un contratto da 10 milioni di euro di euro a stagione. Una cifra importante che sicuramente sarà presa in considerazione.

Qualora Allegri dovesse lasciare la Juventus, si aprirebbe una sorta di valzer delle panchine. Unai Emery potrebbe tornare in corsa come candidato per la panchina della Roma che al momento vede Di Francesco in pole. Mentre sul fronte Juventus si riaprirebbe una pista di cui si è tanto parlato nei mesi scorsi. La società bianconera potrebbe, infatti, contattare Paulo Sousa, con il tecnico portoghese che non ci penserebbe due volte ad accettare l’incarico. Al momento, però, queste sono tutte supposizioni che, se confermate, darebbero il via anche alla rivoluzione Juventus in vista della prossima stagione. L’obiettivo è sempre lo stesso, vincere in Italia e alzare la Champions League sfiorata per due volte in questi ultimi 3 anni.

2 Comments

  1. Spero che Allegri accetti l’offerta del PSG e che venga un allenatore che osi di più e che faccia le sostituzioni prima che sia troppo tardi, fino alla fine FORZA JUVE…!!!

  2. stiamo scambiando uno sport con un business immenso come Juve Real . son due mondi diversi , la Juve prende gli scarti degli altri e può anche vincere ( barcellona ) perché fortunatamente i soldi non sono tutto ma se metti una grande squadra e tanti campioni ( comprati a cifre allucinanti ) di fronte alla Juve e/o ad altre squadre e ci metto tute le italiane di oggi ( se poi i cinesi pagheranno più degli emiri potrà’ cambiare , col tempo , molto tempo ) otto volte su dieci vincono queste prime più ricche , anche perché’ se hai uno buono (Bonucci , Dibala …o anche Allegri te lo comprano …) e la storia finisce qui !!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.