Juventus, infortunio Pjaca: il croato non tornerà più come prima? Le parole del medico

marko pjaca dolorante a terra dopo l'infortunio con la maglia della croazia

Non si profila un recupero semplice quello di Marko Pjaca. Dopo il bruttissimo infortunio rimediato con la nazionale croata (guarda il video del crack), l’esterno della Juventus dovrà stare fermo per molto tempo. Il giocatore croato, infatti, ha rimediato la rottura dei legamenti del ginocchio e non tornerà in campo prima di cinque-sei mesi.

Stagione finita, dunque, per il giovane talento arrivato in estate tra mille aspettative. Dopo aver rifiutato (quasi pubblicamente) il MilanPjaca ha deciso di accasarsi alla Juve, definendola come la migliore società italiana. Per lui, in questa stagione venti presenze e un solo gol. Un po’ troppo poco per chi, nella sessione estiva di calciomercato era stato pagato 23 milioni di euro. Sul suo infortunio, è voluto intervenire il medico della nazionale croata. Vediamo, nel dettaglio, le sue parole.

Infortunio Pjaca, parla il medico della Croazia

Pjaca sarà operato nella giornata di oggi, venerdì 31 marzo 2017, a Villa Stuart, a Roma. Ad effettuare l’intervento chirurgico sarà il professor Mariani, che in questa stagione ha già operato – tra gli altri – Florenzi Milik. Sui tempi di recupero del giocatore ha detto la sua anche Boris Nemec, responsabile dello staff medico della nazionale croata.

Ecco le sue parole al quotidiano ’24 Sata’: “Temo molto per l’infortunio di Pjaca. Bisogna stare molto attenti sui tempi di recupero. I giocatori che subiscono questo tipo di lesioni non tornano più come prima nel 45% dei casi, in pratica una volta su due – afferma un preoccupato Nemec, che dimostra di tenere alle condizioni fisiche del ragazzo classe ’95 – Il metodo usato dal professor Mariani prevede un recupero di cinque mesi, anche se la Fifa consiglia di farne passare sette prima del rientro in campo. Io non permetterei mai ad un giocatore di tornare dopo sei mesi, perchè prima c’è il forte rischio che il legamento ceda nuovamente. La fase di recupero è fondamentale quando si parla di crociati. Tra tre mesi, Pjaca potrà tornare a correre, ma non potrà effettuare cambi di direzione. Spero che i medici che seguono il giocatore ci vadano molto cauti e che non affrettino i tempi di recupero”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.