Lazio, Immobile esalta la stagione biancoceleste: ‘Dispiaciuto solo per la finale di Coppa ‘

Immobile contento della sua stagione con la Lazio

Con la stagione conclusasi da quasi una settimana torna a parlare Ciro Immobile. Il centravanti campano è tornato a giocare ai livelli a lui più consoni. Quelli che ai tempi del Torino lo hanno messo in mostra e fatto conoscere anche dai top club europei. Al suo trasferimento al Borussia Dortmund, però, qualcosa non è andato come sperato. Il centravanti ha giocato e segnato solo in Champions League. In campionato, invece, non era altro che una semplice alternativa. La colpa, con ogni probabilità è da attribuire alla lingua. Peggio dell’esperienza tedesca è stata quella in Spagna. Al Siviglia, l’ex centravanti granata non è mai stato preso in considerazione. Tant’è che dopo appena sei mesi è tornato al Torino.

Quest’anno, invece, l’approdo alla Lazio. Qui siamo dinanzi la storia recente del bomber. Immobile, infatti, ha chiuso la stagione 2016/2017 totalizzando 22 reti di cui solo 5 su rigore. Un bottino importante che non tiene presente tutte le volte che il centravanti ha mandato in porta i compagni di squadra. Insomma, Immobile è un attaccante con la A maiuscola, motivo per il quale neanche il ct Ventura può farne a meno di convocarlo per la Nazionale.

Immobile esalta la stagione della Lazio, ma ha un solo rammarico

Intercettato dai microfoni di Sky Sport in quel di Firenze in occasione del ritiro della Nazionale, Ciro Immobile è tornato a parlare della stagione da poco conclusasi. L’attaccante classe ’90 è contento del percorso fatto dai lui e dai suoi compagni di squadra. Come dargli torto se si considera che ad inizio stagione in pochi avrebbero puntato su un piazzamento in Europa della squadra di Lotito. Il bomber campano a tal proposito ha detto: “Quest’anno alla Lazio abbiamo fatto un lavoro eccezionale, peccato aver perso la finale di Coppa Italia, sarebbe stata una stagione da 10. Ma siamo comunque contenti, anche perché la Juventus è una grande squadra. Speriamo che possa vincere la Champions”. Per quanto riguarda il discorso inerente la Nazionale ha, invece, detto: “Seguiremo Ventura, un tecnico preparato, che sa come tirare fuori il meglio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.