Lega Pro, penalizzazione Messina: sanzionato il club peloritano

stadio messina con la curva nord

Il Messina calcio ha subito una penalizzazione nel girone C di Lega Pro. La sanzione è arrivata in seguito alla decisione del Tribunale Nazionale Federale perchè la società siciliana “non ha corrisposto, entro la data del 16 febbraio 2017, le ritenute Irpef e i contributi Inps relativi agli stipendi dei propri tesserati”.

Il club peloritano perde due punti in classifica e scende, così, a quota 43. La salvezza, ad ogni modo, non è in discussione, anche se potrebbero arrivare ulteriori due punti di penalità a causa di una questione legata alle fidejussioni. Ai giallorossi è stata inflitta, inoltre, una pesante ammenda da 12 mila euro, più l’inibizione di quattro mesi per l’amministratore delegato e legale della società, Pietro Gugliotta.

Penalizzazione Messina, Lucarelli salvo comunque

Come anticipato, questa penalizzazione non andrà ad inficiare sulla salvezza del Messina, che resta a distanza di sicurezza dalla zona play-out. Tuttavia, a causa della sanzione decisa dal Tribunale Nazionale Federale, il club peloritano deve dire praticamente addio alla zona play-off. Quando manca una sola giornata al termine del campionato, infatti, i giallorossi si trovano adesso a tre punti dal Catania, che attualmente occupa l’ultimo posto disponibile per la fase a eliminazione diretta.

Presso il TFN si terrà, lunedì prossimo (8 maggio 2017) l’udienza riguardante la “fidejussione tossica” presentata dai siciliani: a questa, infatti, mancava il premio assicurativo. Una casistica che trova nella situazione del Latina un precedente recente: il club laziale, per i medesimi fatti, ha ricevuto due punti di penalità nel campionato di Serie B.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.