Lega Pro, Venezia promosso in Serie B: la rivincita di Pippo Inzaghi

pippo inzaghi allenatore del venezia neo promosso in serie b

Il Venezia torna in Serie B dopo dodici anni. Quando mancano ancora tre giornate al termine del girone B di Lega Pro, la squadra allenata da Pippo Inzaghi conquista la promozione nella partita contro il Fano, terminata col risultato di 1-1. Un punto sufficiente a conquistare il primo posto matematico nel proprio gruppo.

Si tratta della seconda promozione di fila per i lagunari, tornati appena un anno fa tra i professionisti. Dopo l’arrivo del presidente Joe Tacopina e grazie a questo salto di categoria, dunque, il Venezia rilancia definitivamente le proprie ambizioni di affermarsi come una vera e propria realtà a livello nazionale.

Venezia promosso in Serie B: tutti i meriti di SuperPippo

La promozione nel campionato cadetto del Venezia è finalmente realtà. Come anticipato, nel giro di due anni il club del patron Tacopina è passato dalla ‘Lega Nazionale Dilettanti’ alla Serie B. Una scalata di tutto rispetto che vede tra i protagonisti assoluti Pippo Inzaghi. Il tecnico dei lagunari, dopo la sua infelice esperienza sulla panchina del Milan due stagioni fa, è riuscito a costruirsi una propria credibilità come allenatore. Così come il fratello Simone, che sta facendo grandi cose alla Lazio, SuperPippo sta riuscendo ad affermarsi coi suoi soli mezzi.

Anzichè indebolirlo, la brutta stagione in qualità di tecnico del Milan ha rafforzato l’ex attaccante della Nazionale, il quale adesso appare molto più sicuro e convinto dei propri mezzi. D’altronde, non sarebbe stato facile per nessuno riuscire ad affermarsi su una panchina scottante come quella dei rossoneri, senza aver fatto alcuna gavetta. Ne è una dimostrazione la breve parentesi di Clarence Seedorf quale allenatore del Milan. L’ex centrocampista olandese, esonerato dopo soli sei mesi alla sua prima esperienza da allenatore, sembra essersi “bruciato”. Dopo la panchina rossonera, infatti, Seedorf si è seduto solo su quella dello Shenzen, squadra cinese che ha deciso di sostituirlo con Eriksson.

Questo testimonia come Pippo Inzaghi abbia saputo rimboccarsi le maniche e ripartire da zero in una realtà ben più piccola e lontano da pressioni mediatiche. Ad ogni modo, il tecnico piacentino ha studiato molto il campionato di Lega Pro, dimostrando di sapersi adattare ad ogni avversario incrociato nel corso del torneo. Adesso, SuperPippo può finalmente iniziare la scalata verso il calcio che conta. Del resto, lui stesso si è sempre detto convinto di poter diventare un grande allenatore. E magari ci riuscirà proprio sulla panchina del Venezia…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.