Lione-Roma, Spalletti non fa drammi ma chiede più carattere ai suoi ragazzi

Spalletti vuole la finale di Coppa Italia

Con quella di giovedì 9 marzo salgono a tre le sconfitte di fila per la Roma tra Coppa Italia, Campionato ed Europa League, eppure Luciano Spalletti prova a non fare drammi anche perché a questo punto della stagione è importante risollevarsi in fretta per non rischiare di precipitare nel baratro di una stagione fallimentare. A pensare che fino alla vittoria contro l’Inter si era vista una squadra brillante capace di esprimere un bel calcio e, soprattutto, compatta in ogni zona del campo, insomma una squadra. Sono bastate, però, tre partite per spazzare via ogni sorta di certezza perché la Roma vista contro Lazio, Napoli e Lione è troppo brutta per essere vera. Al momento non si può trovare un colpevole anche se i tifosi iniziano a rumoreggiare contro alcune scelte del tecnico perché vedono la squadra particolarmente stanca avendo dovuto iniziare la stagione in anticipo per il preliminare di Champions League.

Europa League: Lione-Roma, Spalletti non fa drammi ma chiede carattere

Di sicuro per la partita Lione-Roma, Spalletti si sarebbe aspettato un atteggiamento diverso da parte dei suoi ragazzi perché c’era consapevolezza della caratura dell’avversario e del tipo di gioco che prediligevano, ma qualcosa deve essere andato storto se oggi, venerdì 10 marzo stiamo parlando di una sonora sconfitta dei giallorossi con il risultato di 4-2. L’allenatore giallorosso preferisce non fare drammi anche perché c’è un match di ritorno da disputare e basterebbe fare 2 gol senza subirne alcuno per poter passare il turno. Quello che, però, Spalletti chiede è carattere perché probabilmente, a detta del tecnico, questo sta mancando ai suoi ragazzi in questo momento della stagione poiché non è la prima volta che si sgretolano quando qualcosa non va secondo i loro piani. In pratica quello chiesto da Spalletti è maggiore maturità verso situazioni non previste, perché passa anche attraverso queste cose la crescita di un gruppo intero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.