Milan, André Silva il falso dieci sponsorizzato da Cristiano Ronaldo

André Silva nuovo attaccante del Milan

Il Milan è letteralmente scatenato sul mercato. Quando ad aprile, il giorno del closing, Marco Fassone in conferenza stampa ha parlato di un calciomercato importante in pochi ci hanno creduto. C’era scetticismo anche a causa delle tempistiche con la quale è avvenuta la cessione della società di via Aldo Rossi. A questo ci sono, poi, da aggiungere le ultime fallimentari stagioni e una campagna acquisti che anno per anno è stata sempre più deludente. Il nuovo amministratore delegato con quel sorriso sornione, invece, sta tenendo fede alla promessa fatta. Il Milan deve tornare grande e per poterlo fare deve investire molto in sede di mercato e bene.

A campionato finito il calciomercato del Milan si è messo subito in moto. Ufficializzati gli arrivi di Musacchio, Kessie e Ricardo Rodriguez. Si attende, speranzosi, una risposta positiva sul fronte rinnovo di Donnarumma. L’obiettivo principale, però, non è mai stato perso di vista. C’è una squadra da rifondare e non bisogna farsi trasportare dalle situazioni. Anche l’attacco, come risaputo va rifondato. Gli obiettivi sbandierati sono stati Morata, Belotti e Aubameyang. Tutte trattative complicate anche per le richieste economiche. Alla fine, invece, a sorpresa in una calda serata di giugno Jorge Mendes, super agente dei calciatori e allenatori tra i migliori al mondo, è stato avvistato a Milano. Motivo? André Silva al Milan è cosa fatta.

Il Milan prende André Silva: ecco chi è l’attaccante pagato 1000 euro dal Porto

A pensare che André Silva da bambino era un buon giocatore di roller hockey. La passione per il calcio, però, già a 12 anni iniziava a farsi sentire tant’è che il portoghese smise i panni del giocatore di hockey per cimentarsi in una nuova avventura: il calcio. L’arrivo di André Silva al Milan è da considerare un grande affare. I numeri parlano per lui: 21 reti in 44 partite disputate nella stagione 2016/2017. Anche Nuno Espirito Santo ne è apparso sempre entusiasta definendolo un centravanti completo. Con il Portogallo in 8 partite ha realizzato 7 reti. La tripletta contro le Far Oer lo hanno consacrato come calciatore più giovane di sempre ad aver realizzato tre reti in una sola partita con la nazionale maggiore. André Silva, però, non è solo gol. Il giovane centravanti portoghese è uno che sa giocare con i compagni di squadra. Tanti sono stati gli assist vincenti per lui: 8 solo con il Porto. Anche Cristiano Ronaldo, però, ne ha usufruito.

Proprio CR7 è lo sponsor del ‘falso dieci’, così definito perché con i Dragoni indossa la maglia numero 10. Numero di maglia scelto perché a 16 anni con le giovanili del Salgueiros giocava da centrocampista/trequartista proprio con quel numero. In realtà è un centravanti, un numero 9, a tutti gli effetti. Cristiano Ronaldo è rimasto così colpito da André Silva che lo ha consigliato subito anche a Florentino Perez. André Silva è un grande lavoratore. Emblematiche le parole di uno dei suoi primi allenatori, Alexandre Silva, il quale ha confessato di doverlo tirare fuori dal campo con la forza poiché l’allora ragazzo André Silva non aveva alcuna intenzione di terminare l’allenamento. Il prossimo centravanti del Milan, tuttavia, non è solo calcio. E’ stato, infatti, bravo anche a scuola. Sia sotto il profilo del rendimento sui libri sia con una condotta eccellente. Il resto è storia recente. André Silva arriva al Porto che lo paga appena 1000 euro e dove realizza subito 2 reti ai pari età. Inizia, c0sì, il percorso che oggi ha portato André Silva al Milan.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.