Milan, Fassone cauto su Donnarumma: ‘Problemi con Raiola’

Donnarumma e il Milan discutono del rinnovo

Quando la telenovela sul rinnovo di Donnarumma sembra giungere al termine ecco spuntare una nuova puntata. Il tutto, chiaramente, non è visto di buon occhio soprattutto dai tifosi che stanno cercando di capire cosa ci sia realmente dietro tutto questo trambusto. O meglio tutti sono consapevoli di questa situazione ma vorrebbero capirne qualcosa in più. Sulla vicenda ognuno si è fatta una propria idea. C’è chi ha già perdonato il portiere e chi, invece, è ancora infuriato. C’è poi chi è contro Raiola (tutti) e chi dice che il rinnovo di Donnarumma è una vittoria dell’agente su tutti i fronti.

Situazioni e dinamiche, tuttavia, che non sono chiare ancora a nessuno. Tutto ciò di cui si parla, soprattutto sui social, è pura aria pronta a dissolversi nel nulla. Tutti sono a conoscenza di tutto ma fondamentalmente non conoscono nulla. Il chiacchiericcio da bar, comunque, fa un rumore assordante ed è difficile dire quando realmente si placherà questo stato d’animo legato al caso Donnarumma. La sostanziale verità sul rinnovo non rinnovo del portiere l’ha detta Marco Fassone in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Le parole dell’amministratore delegato rossonero hanno fatto capire ulteriormente (non che ce ne fosse bisogno) che dietro questo trambusto c’è un solo nome, Mino Raiola.

Ultime rinnovo Donnarumma, Raiola non è d’accordo con la proposta di Fassone

Se fosse stato per Gigio Donnarumma il rinnovo del contratto con il Milan sarebbe avvenuto probabilmente già da tempo. Il portiere classe ’99 è, però seguito da un agente che il suo lavoro lo sa svolgere benissimo. Marco Fassone in un’intervista rilasciata per il Corriere della Sera ha fatto un pò il punto della situazione, non rincarando la dose né tantomeno mostrandosi ottimista sul prolungamento del contratto. Gli accordi, ormai, sono chiari a tutti ma questi sono stati raggiunti solo con Donnarumma e con la famiglia. Dall’altra parte c’è, infatti, Mino Raiola che non ne vuole sapere di accettare la proposta avanzata dalla società di via Aldo Rossi.

La situazione è molto delicata. Il rinnovo di Donnarumma, infatti, non è così scontato come invece si è vociferato pochi giorni fa. Il nuovo amministratore delegato rossonero è stato chiaro: “Ho la sensazione che siamo molto vicini all’accordo con il giocatore e la sua famiglia. Non vogliamo però scendere ad altri tipi di compromessi. Credo che siamo a un giorno o due dalla decisione, che spetta a Gigio. Ma queste decisioni non vengono mai prese dai giocatori da soli. Ci sono gli agenti. In questo caso ce n’è uno molto bravo, che ha sue idee e convinzioni, che sono un po’ lontane dalle nostre. Quindi non so quale sarà la scelta finale. Ripeto, credo che la parte di accordo che riguarda giocatore e famiglia sia vicina. L’altra è più complicata. Il pacchetto è ampio, comporta una retribuzione, dei benefit, delle clausole, una commissione, delle possibili clausole sulla futura vendita del giocatore”. Fassone, comunque, anche se non da un ultimatum come poche settimane fa, non è disposto a far proseguire troppo a lungo il caso Donnarumma: “Non faccio più aut aut, credo di aver imparato a gestire situazioni come queste non con la pancia, ma con la razionalità. Ci sono due ragionamenti che mi hanno guidato. Gigio è uno dei migliori portieri al mondo. Farlo andar via alla fine dell’anno comporterebbe la perdita di un patrimonio. Ecco perché ho scelto di andare avanti. Fermo restando che a un certo punto si pone un’asticella, non si può andare oltre a un sano compromesso“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.