Milan, Galliani riparte dal mattone: arriva la nomina di Fininvest

Adriano Galliani in giacca e cravatta con espressione sorridente

Aveva giurato che dopo la fine della sua esperienza al Milan non avrebbe avuto altre esperienze nel mondo del calcio e – almeno per ora – Adriano Galliani sta mantenendo la promessa. Lo storico amministratore delegato rossonero, dimessosi dopo il closing che ha portato alla cessione della società nelle mani di Li Yonghong, ha deciso di cambiare vita.

All’età di 72 anni, uno dei massimi dirigenti nella storia calcistica italiana, è pronto a ripartire da un settore a lui nuovo. Nella giornata di venerdì 28 aprile 2017 è stato, infatti, nominato presidente delle società immobiliari del gruppo Fininvest. Inizierà una nuova avventura nel suo nuovo ufficio a partire da martedì, quando l’ex ad rossonero si recherà nella sede della holding in via Paleocapa, a Milano.

Milan, nuova vita per Galliani

Secondo quanto riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, Galliani sta studiando il mercato immobiliare da due settimane. La passione e l’entusiasmo sarebbero gli stessi che aveva al Milan: quelli di un ragazzino. La famiglia Berlusconi, che punta molto al settore del mattone, ha dunque deciso di affidare ad uno degli uomini di maggior fiducia di Silvio Berlusconi, la totale gestione degli immobili. Un notevole atto di stima nei confronti di un uomo sempre dimostratosi leale con l’ex presidente rossonero. Dopo essersi avvicinato all’ex Premier nel lontano 1979, Galliani è sempre stato al fianco di Berlusconi, il quale – dal canto suo – ha ricambiato affidandogli la cosa che più aveva a cuore: il Milan. Un rapporto datato, che a quanto pare sembra essere destinato a proseguire ancora a lungo quello tra i due.

C’è, comunque, da precisare che non ci sarebbe incompatibilità tra il nuovo incarico di Adriano Galliani e l’eventuale presidenza della Lega Calcio. Tuttavia, quest’ultimo organo sembra non essere, al momento, nei pensieri dell’ex ad rossonero. In seguito all’insediamento del presidente FIGC Carlo Tavecchio, infatti, è probabile che gli equilibri politici all’interno della Lega vengano stravolti. Sarà da verificare, pertanto, se in futuro ci saranno le sue condizioni per una nomina. Ad ogni modo, la presenza di Galliani a San Siro nel match casalingo contro l’Empoli fa capire quanto il neo-presidente degli asset immobiliari di Fininvest sia ancora legato al mondo del calcio e, più in particolare, alla sua creatura. Un amore eterno e incondizionato. Che non si spegnerà neppure con la nuova proprietà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.