Milan, rinnovo da sceicco per Donnarumma: Raiola accontentato in tutto

Si apre uno spiraglio per il rinnovo di Donnarumma

Ormai, di intoppi non dovrebbero più essercene. La storia d’amore tra il Milan e Gigio Donnarumma proseguirà, nonotante le tentazioni del giovane portiere di cambiare casacca. L’intesa per il rinnovo del contratto del 18enne è stata praticamente trovata su tutto tra il procuratore del giocatore, Mino Raiola, e l’amministratore delegato rossonero, Marco Fassone.

Resta solo da apporre la firma sul contratto, così da rendere ufficiale la prosecuzione del matrimonio. Ma quali sono i termini del rinnovo contrattuale tra il club di via Aldo Rossi e l’estremo difensore di Castellammare di Stabia? Secondo quanto rivelato dal noto esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio, Donnarumma avrà un ingaggio da top player. Pare, infatti, che tutte le richieste di Raiola siano state accolte da Fassone. Vediamo, di seguito, tutti i dettagli al riguardo.

Rinnovo Donnarumma: i termini del contratto

Nella trasmissione che va in onda sul canale ‘Sky Sport 1’ “Calciomercato – L’originale”, Di Marzio ha parlato di un ingaggio faraonico per Gigio Donnarumma. Secondo queste indiscrezioni, il portiere percepirà sei milioni di euro annui per i prossimi cinque anni. Ma non è tutto: entrerà a far parte della rosa rossonera anche Antonio (che vi avevamo anticipato in questo articolo del 28 aprile) fratello dell’attuale estremo difensore rossonero, che firmerà un contratto da un milione a stagione.

Raiola, inoltre, è stato accontentato anche nell’inserimento della clausola rescissoria. A tal riguardo, pare che nel primo vero contratto da professionista di Donnarumma saranno inserite ben due clausole: la prima prevede che il portiere potrebbe andare via per 100 milioni, se il Milan dovesse centrare la qualificazione alla prossima Champions League; la seconda, invece, è da 50 milioni, che scatterebbe in caso di mancato accesso alla massima competizione europea. Sta per concludersi con un lieto fine la vicenda del portiere rossonero, che ha tenuto banco in questa prima fase di mercato. Sempre secondo Di Marzio, pare che Donnarumma abbia detto di no ad una proposta degli sceicchi del Psg, che offrivano al giocatore 13 milioni di euro all’anno, l’ingaggio del fratello e tre ville di lusso per i familiari del giovane calciatore.

Squadra da sogno: scopri la nuova formazione del Milan

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.