Napoli, De Laurentiis impone il silenzio stampa

In casa Napoli non tende a placarsi la bufera scoppiata dopo la partita di Champions League persa dagli azzurri contro il Real Madrid con De Laurentiis che in queste ore avrebbe imposto il silenzio stampa. Il duro botta e risposta tra il patron del Napoli e Maurizio Sarri non tende, dunque, a placarsi rischiando di portarsi dietro strascichi importanti che, con tutta onestà, non avrebbero motivo di esistere perché il club campano è una realtà tanto in Italia quanto in Europa.

Napoli, silenzio stampa imposto da De Laurentiis

Tra Sarri e De Laurentiis sembra essere calato il gelo in un clima che potrebbe e dovrebbe essere più caldo perché il Napoli è una squadra che, nonostante la giovane età, esprime un bel calcio e riesce a prendersi le sue soddisfazioni anche se, chiaramente, deve crescere sotto molti aspetti, su tutti quello della continuità. La situazione che si è venuta a creare non era per nulla scontata fino a qualche giorno fa eppure qualcosa sembra essersi incrinato con all’orizzonte una possibilità mai contemplata, l’addio a fine stagione.

Ci sono due diverse correnti di pensiero sulla vicensa, come per ogni cosa del resto; da una parte c’è chi crede in un’uscita fuori luogo di Aurelio De Laurentiis nel post Real Madrid-Napoli, dall’altra c’è, invece, chi appoggia il patron pensiero (molta esigua la parte di tifoseria che appoggia le parole del presidente). L’unica cosa certa in tutta questa vicenda, tuttavia, è l’ufficialità del silenzio stampa imposto  direttamente da Los Angeles proprio da De Laurentiis. Facendo della facile ironia sulla vicenda si potrebbe dire che la polemica con conseguente silenzio stampa ci può stare, infondo il Napoli è solo ancora in corsa per tre obiettivi, la Coppa Italia, il secondo posto per il secondo anno di seguito in campionato e ancora con un barlume di speranza per il passaggio ai quarti di finale di Champions League perché il discorso con il Real è ancora aperto.