Napoli, Reina non è più una garanzia: per lo scudetto serve altro?

Reina portiere del Napoli

Pepe Reina e il Napoli, una storia d’amore tormentata ma che continua a navigare a vele spiegate, almeno per un’altra stagione. Da tempo Aurelio De Laurentiis e l’entourage del portiere sono in contatto per discutere di un eventuale rinnovo. Tuttavia, continuano ad esserci difficoltà per raggiungere la giusta intesa. Intanto le settimane passano e la situazione rischia di diventare sempre più delicata.

Come se non bastasse, a complicare una situazione già tormentata si aggiungono anche le prestazioni dello stesso Pepe Reina. Tutti d’accordo nel dire che in quanto uomo spogliatoio il numero 1 del Napoli è sicuramente un uomo importante per Sarri e per la squadra. Al club, però, non serve solo un leader. Piuttosto, serve un estremo difensore in grado di offrire garanzie elevate ogni prestazione soprattutto se si ambisce allo scudetto.

Ultime notizie Napoli, non solo Rulli per sostituire Reina

Nel corso del match Napoli-Atletico Madrid, valido per l’Audi Cup, la squadra allenata da Sarri ha offerto un ottimo spettacolo per oltre 65 minuti di gioco. Poi un evidente calo fisico ha compromesso il risultato. Tra i protagonisti in negativo della sfida c’è anche Pepe Reina. Il portiere spagnolo si è reso protagonista di un ottimo intervento su Torres. Il gol del pareggio, però, è arrivato anche per demerito suo. Il pallone calciato di tacco per pura casualità dallo stesso Torres dopo una dormita generale della difesa azzurra, era innocuo. Pallone facile da bloccare, dunque? Affatto, almeno per ciò che ha dimostrato Reina che si è tuffato in netto ritardo su una palla lenta.

Inutile stare qui a giustificare l’accaduto perché Pepe Reina non è nuovo a queste situazioni. Nella passata stagione in diverse occasioni ha rischiato di compromettere o ha proprio compromesso il risultato in partite di campionato, Coppa Italia e anche in Champions League. Al Napoli per fare quel salto di qualità che serve per vincere lo scudetto serve, dunque, anche una maggiore sicurezza tra i pali oltre che consapevolezza nei propri mezzi. De Laurentiis, Giuntoli e lo stesso Sarri lo hanno capito. Ecco perché il calciomercato del Napoli si sta muovendo con insistenza per quanto riguarda la ricerca di un portiere. In pole c’è sempre Rulli per il quale si sta cercando un’intesa con la Real Sociedad. In alternativa, stanno salendo le quotazioni di Leno, portiere classe ’92 del Bayer Leverkusen. Da qui alla chiusura del mercato manca ancora un mese e chissà che il calciomercato del Napoli non possa regalare qualche sorpresa anche in ottica scudetto.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.