Napoli, Sarri attaccato dalla Gazzetta dello Sport: ‘Le sue sono scuse’

Sarri con il dubbio Insigne o Pavoletti

Non è proprio un periodo facile per il Napoli e gli organi di stampa, così dopo la bomba innescata da Aurelio De Laurentiis nei confronti della Gazzetta dello Sport, nella fattispecie all’indirizzo di Mimmo Malfitano, è la volta della rosea passare al contrattacco, evidenziando l’essere contrariati dalle giustificazioni di Sarri nel post-partita Empoli-Napoli con gli azzurri che hanno praticamente staccato la spina dopo lo 0-3, rischiando la più clamorosa delle rimonte con il risultato finale che si è chiuso sul 2-3. Il tecnico azzurro si è mostrato palesemente non d’accordo con l’orario della partita alle 12:30, motivo per il quale i suoi ragazzi hanno avuto un improvviso black out.

Caos Napoli, Sarri vs gazzetta dello sport: la rosea passa all’attacco

Sull’Edizione odierna della Gazzetta dello Sport, c’è un passaggio che mostra quanto la rosea fosse contraria alle spiegazioni di Sarri palesate nel dopo partita Empoli-Napoli. Il tecnico azzurro, per usare, parole sue ha detto che giocare alle 12:30 è uno ‘schifo’. Ad essere sinceri anche anche addetti ai lavori si sono mostrati contrariati non solo dall’espressione utilizzata dal tecnico ma anche dalla motivazione principale che avrebbe messo a duro rischio il risultato finale perché, forse, le colpe principali sono da addossare allo stesso allentare reo di aver sbagliato i cambi e i tempi delle sostituzioni.

Nulla di compromesso, sia chiaro, perché il risultato finale, nonostante il black out, ha portato tre punti d’oro al Napoli in uno stadio considerato un vero e proprio tabù per gli azzurri oltre che difficile per qualunque altra squadra. La Gazzetta dello Sport, tuttavia, ha rincarato la dose trovando il colpevole numero uno nella mentalità della squadra non in grado di gestire ancora certe situazioni, motivo per il quale il Napoli è ancora distante in classifica dalla Juventus (gli azzurri infatti hanno più volte fallito l’occasione di avvicinamento sbagliando partite sulla carta facili). La rosea, inoltre parla di sostituzioni sbagliate da parte di Sarri perché è stato un’errore far entrare Diawara al posto di Jorginho o sostituire Mertens troppo tardi perché ormai sulle gambe così come Hamsik, con la stanchezza che può essere anche giustificata dai tanti impegni importanti e ravvicinati di quest’ultimo periodo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.