Novità cessione Milan, Berlusconi potrebbe tenersi i rossoneri? Intanto spunta un altro acquirente

berlusconi galliani e la figlia del presidente barbara con il patron del milan che autografa le maglie rossonere

Dopo le tante voci susseguitesi nel corso degli ultimi mesi sulla cessione del Milan, la giornata di mercoledì 22 marzo potrebbe essere decisiva per il futuro della società di via Aldo Rossi. Le ultime novità sulla vicenda rivelano che l’attuale presidente Silvio Berlusconi potrebbe decidere di tenersi il Milan. Nonostante le rassicurazioni sul terzo bonifico da 100 milioni di euro (a titolo di caparra), il quotidiano ‘La Repubblica’ in edicola questa mattina (21 marzo) rivela che, se non dovesse arrivare la terza caparra, l’ex Premier sembra essere intenzionato a trattenere i 200 milioni incassati. In uno scenario simile, il numero uno rossonero potrebbe dare definitivamente vita al suo obiettivo: creare un Milan italiano e giovane. Intanto, stando alle indiscrezioni più recenti, ci sarebbe un terzo interessato ad entrare in società.

Ultime novità cessione Milan, ‘no caparra no party’

Il passaggio di proprietà del Milan in mano cinese sembra, dunque, essere appeso a un filo. Berlusconi, infatti, sarebbe spazientito dalla mancanza di serietà e garanzie della cordata che (fino a poco tempo fa) avrebbe dovuto acquisire il 99,97% delle quote azionarie dei rossoneri. Allo stato attuale, non ci sono più certezze. Anzi, è più probabile che il famigerato closing non andrà in porto. Come anticipato, se dovesse prendere piede questa ipotesi, Berlusconi potrebbe decidere di riappropiarsi della società che ha reso gloriosa. Il ‘Cavaliere’ potrebbe trovare anche l’appoggio dei familiari, nel caso in cui decidesse di buttarsi in campo in prima persona nelle prossime elezioni politiche.

Così facendo, un Milan composto da giovani italiani si concretizzerebbe. La prima mossa sarebbe – quasi certamente – quella del rinnovo di Donnarumma. Il ‘Prescelto’ rossonero vorrebbe indossare a lungo la maglia rossonera, ma il suo futuro dipenderà anche dal suo procuratore, il cinico Mino Raiola, con cui l’ad rossonero Galliani è, comunque, in ottimi rapporti. Per il resto, è opportuno non parlare di calciomercato adesso, poichè è solo uno dei possibili scenari. Di sicuro se ne saprà di più nel corso di questa settimana o, al più, il 7 aprile.

Milan, spunta un nuovo acquirente?

Intanto, il ‘Corriere dello Sport’ lancia un’indiscrezione che potrebbe fare felici i tifosi del Milan. Se dovesse saltare il closing del 7 aprile, potrebbe entrare in scena un nuovo potenziale acquirente. Stiamo parlando dell’italianissimo Renzo Rosso, proprietario di Diesel (già sponsor dei rossoneri) e undicesimo uomo più ricco d’Italia (patrimonio stimato: 3,2 miliardi di dollari). Il noto imprenditore 62enne potrebbe decidere di entrare a far parte della società come socio di minoranza.

Quest’ultima soluzione, per ovvi motivi, sarebbe quella preferita da Berlusconi. Il presidente rossonero potrebbe tenersi il Milan, immettere nella società i 200 milioni delle caparre cinesi (che resteranno in mano del patron rossonero per inadempienza e per non avere onorato i termini del contratto) e avere un socio di minoranza di sicura affidabilità e italiano. Ad ogni modo, siamo sicuri che la vicenda non è conclusa. Restate aggiornati su ‘CalcioNewsWeb’ sui prossimi sviluppi.

 

1 Comment

  1. SE Berlusconi decidesse di non vendere il Milan, dedicarsi solo ai giocatori
    italiani e continuare a far politica, si scordi di prendere voti dai milanisti.
    Pur avendo fatto tanto al Milan, non gli perdonerebbero di lasciare la squadra
    a livelli di metà classifica. Quando ha preso in mano il Milan ha spazzato via il dominio della Jiuventus. Purtroppo da pareccchi anni si sta disinteressando del nostro amato Milan e la Juve e risalita di prepotenza. Berlusconi si decida a venderlo. Troverà acquirenti ricchissimi come li hanno trovato le migliori squadre d’Europa. FORZA MILAN, FORZA BERLUSCONI, FORZA PDL

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.