Nuovo stadio Roma: altro vertice Grillo-Raggi

vertice Grillo Raggi per il nuovo stadio della Roma

Vertice Grillo-Raggi per la delibera che annulla il pubblico interesse sullo stadio Roma. Giornate caotiche sul fronte giallorosso con la società di Pallotta che spera di poter ottenere il via libera per i lavori. In quel di Roma, sponda giallorossa, la costruzione del nuovo stadio è praticamente diventato un caso con la sindaca Raggi pronta ad abbracciare il progetto, anche se nel rispetto delle leggi, come da lei stessa affermato. Le ultime ore sulla vicenda, intanto, dicono che rischia di saltare il tutto.

Ultime nuovo stadio Roma, vertice Grillo-Raggi

Il Movimento a 5 stelle è praticamente spaccato in due sulla questione stadio Roma, tuttavia in soccorso della Raggi è arrivata la soprintendente Margherita Eichberg che ha vietato la costruzione di opere che verrebbero più alte dell’ippodromo. La speranza e la volontà della maggioranza sarebbe quella di ricevere un nuovo progetto stadio da costruire sempre nella zona Tor di Valle ma lontano dall’ippodromo.

Il costruttore Luca Parnasi, però, così come i dirigenti della Roma non sarebbe allettato da questa prospettiva perché vorrebbe dire rivedere l’iter arrivato praticamente alla fine; non a caso Pallotta & Co. starebbero, infatti, seriamente pensando di preparare un ricorso al Tar contro il vincolo minacciato dal Mibact. La situazione resta delicata anche se la società Roma e Parnasi sarebbero disposti a venire incontro alle esigenze del Comune e salvare le tribune di Lafuente, nonostante pericolanti, spostandole dal luogo dove dovrebbe sorgere lo stadio.

Intanto, come riportato dall’edizione odierna de La Repubblica oggi, lunedì 20 febbraio è previsto un vertice Raggi-Grillo proprio per aggiornarsi sulla questione nuovo stadio Roma anche perché il vincolo posto dalla Soprintendenza all’Archeologia potrebbe far cambiare l’idea al fondatore del partito. E non è finita qui, perché per domani i rappresentanti dell’urbanistica romana porteranno alla Sindaca una bozza di delibera per annullare quella precedente che conferiva il pubblico interesse al progetto. Insomma, la situazione è complessa da sbrogliare con la speranza della Roma che il nuovo stadio possa finalmente diventare realtà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.