Pescara-Milan, Montella: ‘L’obiettivo è entrare in Europa ma dipende anche dai nostri avversari’

Montella vuole conquistare un posto in Europa League

Domenica 2 aprile alle ore 15:00 la 30^giornata di Seria A, da calendario, offre anche Pescara-Milan, una partita per i rossoneri abbordabile ma da non sottovalutare perché le squadre di Zeman sono sempre ostiche e abbassare la guardia sarebbe pericoloso per chiunque.

Vincenzo Montella, in questa stagione, ha donato nuovamente credibilità al nome Milan dopo gli ultimi anni bui anche se per completare l’opera c’è bisogno di conquistare un posto nella prossima Europa League, questo il tecnico lo sa anche se c’è da fare i conti anche con le squadre che in classifica sono davanti proprio al Milan.

Verso Pescara-Milan, Montella ha ancora qualche dubbio di formazione

Nella conferenza stampa che anticipa la partita Pescara-Milan, Montella ha parlato a tutto tondo toccando diversi argomenti partendo proprio dalla partita, finendo alle condizioni fisiche di Montolivo e Suso, senza dimenticare quello che che sicuramente è l’argomento più spinoso del momento, il closing con uno sguardo anche a quello che potrebbe essere il calciomercato in vista della prossima stagione. Montella è concentrato sulla partita Pescara-Milan perché i suoi ragazzi non devono abbassare la guardia e non devono affatto sottovalutare la squadra allenata da Zeman, provando ad entrare in campo con il giusto atteggiamento sin dal primo minuto.

Nella partita Pescara-Milan, Montella vuole conquistare i 3 punti per tenere viva la speranza di conquistare un posto nella prossima Europa League. A tal proposito il tecnico rossonero ha detto: “Nelle valutazioni generali bisogna partire dall’inizio. Il nostro obiettivo era entrare in Europa, molto dipende anche dagli avversari. Tu puoi andare al massimo, ma se gli altri vanno più forte ed hanno maggiore qualità ti arrivano davanti. Credo che la squadra abbia fatto quasi al massimo, credo abbia da rimproverarsi poco e nulla”. L’allenatore rossonero, inoltre ha esortato i suoi ragazzi a non mollare nulla in questo finale di stagione perché bisogna tenere la concentrazione alta da qui a fine campionato e tirare le somme solo alla fine, anche perché ci sono ancora tanti scontri diretti da disputare e fare ora i calcoli sarebbe sbagliato.

Montella dribbla il closing e pensa solo a Pescara-Milan

Ovviamente nella conferenza pre partita Pescara-Milan, Montella non poteva evitare di rispondere alle domande inerenti il closing e il suo futuro in rossonero riuscendo ad uscirne da vero campione: “Contrattualmente è più la società che può decidere di tenermi che viceversa. Offerte da altre squadre? Non è nè il momento, nè lo spazio, ne c’è il modo. Non l’ho mai fatto nemmeno in passato. Ho un contratto e non c’è nessun motivo di pensare sia in positivo che negativo. Se arriveranno i nuovi capiremo l’uno cosa vuole dall’altro e viceversa. Mentre sul closing non ho sprecato energie perchè è una cosa che non posso controllare. Mi auguro che anche la squadra non abbia sprecato energie. Non sono nemmeno curioso, io mi concentro sul presente”.

L’allenatore rossonero non ha voluto neanche parlare di strategie di mercato perché il campionato è ancora in pieno svolgimento e pensarci già da ora potrebbe essere deleterio per tutto l’ambiente. Piuttosto ha preferito parlare del rientro in gruppo di Suso e Montolivo con lo spagnolo che sta recuperando pienamente e potrebbe presto tornare tra i convocati anche se non bisogna avere fretta. Mentre per il numero 18 c’è bisogno ancora di altro tempo perché l’infortunio lo ha tenuto lontano dai campi per molto tempo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.