Playoff Lega Pro: Parma in finale, Pordenone battuto ai rigori

alessandro lucarelli, capitano del parma

Il Parma è la prima squadra finalista dei playoff di Lega Pro 2016-2017. Il club dei Ducali ha battuto in semifinale il Pordenone ai calci di rigore e si è assicurato una chance concreta di prendere parte al prossimo campionato di Serie B. Dopo l’iniziale vantaggio firmato da Scaglia al 15′, gli emiliani si sono visti rimontare all’80’, a seguito di un gol di Marchi, che ha fissato il risultato sul definitivo 1-1. Durante i tempi supplementari succede poco, con entrambe le compagini proiettate ai tiri dal dischetto. Ad avere la meglio, alla fine, sono stati i parmigiani, grazie al rigore decisivo trasformato da capitan Lucarelli. Adesso, in finale i ‘Ducali’ attenderanno una tra Alessandria Reggiana, che si contenderanno l’altro posto disponibile nella serata di oggi, mercoledì 14 giugno 2017.

Cronaca Parma-Pordenone

PRIMO TEMPO – Il primo del tempo del match vede un Parma iniziare la gara al piccolo trotto. Una fiammata di Cattaneo prova a spaventare la difesa crociata, ma è proprio la squadra emiliana a trovare il gol del vantaggio. Su azione da corner, il Pordenone copre male su Scaglia, che da fuori area calcia a rete e batte Tomei per il gol dell’1-0. I neroverdi cercano di reagire, ma la squadra neroverde vive di fiammate, e la difesa gialloblu riesce sempre ad avere la meglio, al di là di qualche momento di preoccupazione. Il Parma può anche reclamare per un rigore non concesso per una trattenuta ai danni di Iacoponi e per una grossa occasione fallita da Nocciolini nel recupero, oltre che rammaricarsi per l’infortunio di Scozzarella (sostituito da Corapi).

SECONDO TEMPO – Nel secondo tempo, è il Pordenone a dover recuperare, e infatti sono i friulani gli assoluti protagonisti della ripresa. Dopo un assedio durato per tutta la frazione di gioco, dopo una clamorosa occasione fallita con Pietribiasi, i neroverdi pervengono infine al pareggio grazie alla zampata vincente di Marchi, in mischia.

SUPPLEMENTARI E CALCI DI RIGORE – Si va così ai tempi supplementari, dove ci sono grandi proteste da parte del Pordenone per un presunto rigore non concesso a Buratto proprio agli ultimi istanti del secondo tempo supplementare. La drammatica lotteria dei rigori alla fine premia il Parma, che dai tiri del dischetto si impone per 5-4: decisivo il gol del capitano Alessandro Lucarelli, dopo gli errori di Scavone nel Parma, e Misuraca e De Agostini nel Pordenone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.