Real-Barca, il Bernabeu si inchina a Messi

Messi mostra la numero 10 al Bernabeu

Per chi ama il calcio ci sarebbe bisogno di un Real Madrid-Barcellona a settimana. Le due squadre quando si affrontano pensano poco ai tatticismi. Cosa che, purtroppo, non accade nei big match di Serie A. Lo spettacolo è sempre assicurato nel Clasico. Così come sono assicurati anche i gol. Una diatriba che va avanti da sempre e nella quale nonostante la rivalità, sugli spalti trionfa sempre lo sport.

Impossibile dimenticare gli applausi di tutto il Bernabeu dopo il gran gol di Ronaldinho in Real Madrid-Barcellona della stagione 2005. All’epoca in campo c’era un numero 30 giovane che si stava affacciando al mondo del calcio. Quello stesso calciatore che oggi indossa la numero 10, Leo Messi. Si è detto già tutto sulla Pulce, ma ogni volta che c’è El Classico c’è sempre qualcosa di nuovo da aggiungere.

El Clásico Real-Barca, il Bernabeu e CR7 annicchiliti da Messi

El Clasico senza Neymar di sicuro non ha perso in spettacolarità. Basta vedere il risultato finale, 2-3 per i blaugrana che è un pò la sintesi di quello che è stato il match. Grande mattatore della serata, manco a dirlo è stato Leo Messi. Real-Barca è anche Cristiano Ronaldo contro Messi. I tifosi assieme a tutti gli appassionati aspettano ansiosi questa partita per vedere all’opera i due calciatori più forti del Mondo. Da sempre c’è una fazione legata a CR7 e un’altra che, invece, ama Messi. Impossibile fare un paragone tra i due. Inutile dire che uno è più forte dell’altro perché il calcio moderno è sintetizzato proprio nel numero 7 del Real e nel numero 10 del Barca. Real-Barca, tuttavia si è concluso nel nome di Messi. Due gol quasi da fantascienza, impossibili da realizzare per i comuni mortali. La seconda rete è la più pesante per tanti motivi. Il primo è perché ha sancito la rete del 2-3 finale. Pesante perché è arrivata al minuto 92 e soprattutto perché il Bernabeu si è inchinato nuovamente a Messi. Il numero 10 blaugrana, realizzato il gol, è corso verso la tifoseria del Real, si è tolto la maglia e gli ha mostrato nome e numero. Quasi a specificare che gli deve rimanere ben impresso nella mente chi è il calciatore più forte del Mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.