Roma, Dzeko si ferma per infortunio: Spalletti rischia anche un altro forfait contro la Juve?

Dzeko salta il big match contro la Juventus

Mancano quattro giorni al big match della 36a giornata di Serie A Roma-Juventus. I bianconeri arrivano allo stadio Olimpico carichi dopo la conquista di uno dei due posti disponibili per la Finale di Champions League a Cardiff. Come se non bastasse, con i 3 punti, la squadra allenata da Allegri metterebbe in ghiaccio anche lo scudetto a due giornate dalla fine.

Ovviamente la Roma farà di tutto per rovinare la festa ai bianconeri. Vincere per la squadra di Spalletti, infatti, non vorrebbe solo dire mantenere il secondo posto in classifica. Si porterebbe anche a quattro punti dalla Juventus riaprendo il discorso campionato. I bianconeri in tal caso resterebbero ancora i favoriti. Per i giallorossi, tuttavia, aumenterebbe solo il rammarico per le tante occasioni sprecate nel corso di questa stagione.

Verso Roma-Juventus, Dzeko si ferma per lesione: Spalletti rischia di perdere anche un’altra pedina fondamentale

La partita Milan-Roma non ha portato in dote solo un’ottima prestazione. Sul finire del match Edin Dzeko ha chiesto il cambio per una fitta accusata al polpaccio sinistro. Dopo tutti gli accertamenti del caso è stata constatata una lesione di primo grado del gemello mediale del polpaccio sinistro. Per il centravanti bosniaco si prospettano almeno 10 giorni di stop. Dunque non è a rischio solo la sfida contro la Juventus ma anche la penultima di campionato contro il Chievo Verona. La Roma perde così un tassello fondamentale per la corsa punto a punto contro il Napoli per il secondo posto. Per un fattore personale, Edin Dzeko a questo punto vede anche la possibilità di vedersi raggiungere nella classifica dei marcatori.

Per Luciano Spalletti, le brutte notizie non si fermano all’infortunio di Dzeko. Verso Roma-Juventus in casa giallorossa tiene banco anche l’edema al polpaccio per Nainggolan. Il Ninja è stato in dubbio anche per la partita contro il Milan. Al termine dei 90 minuti c’è stato, però, un riacutizzarsi del dolore. Da lì la decisione con lo staff medico di iniziare un trattamento per ridurre l’edema. Le condizioni di Nainggolan saranno monitorate giorno per giorno ma il rischio forfait non è ancora rientrato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.