Roma, Pellegrini torna in giallorosso: c’è l’annuncio ufficiale

Lorenzo Pellegrini è un nuovo calciatore della Roma, o meglio torna alla Roma. Il calciatore nato il 19 giugno 1996 dopo le ottime stagioni con la maglia del Sassuolo torna alla squadra che lo ha visto crescere. Una notizia che era già nell’aria da tempo ma e che doveva essere solo ufficializzata. La società giallorossa, infatti, poteva esercitare il diritto di riscatto a suo favore, in modo tale che le altre squadre interessate al ragazzo potessero essere tagliate fuori.

Nel corso degli Europei Under 21 che hanno visto Pellegrini tra i protagonisti, Roma e Sassuolo avevano già trovato gli accordi per il passaggio del ragazzo in giallorosso. Bisognava attendere solo la fine della competizione con l’Italia fermata in semifinale dalla Spagna. Oggi, per i tifosi giallorossi in subbuglio per la situazione che si sta creando con Rudiger richiesto dal Chelsea, quella di Pellegrini alla Roma può, invece, essere accolta con grande soddisfazione.

Ufficiale, Pellegrini torna alla Roma

Dopo due ottime stagioni al Sassuolo, Lorenzo Pellegrini torna alla Roma a fronte di un conguaglio di 10 milioni di euro versati nelle casse della società di Squinzi. Il ragazzo, classe ’96 è stato con la Roma tra il 2006 e il 2015. Poi il passaggio ai neroverdi sotto la corte di Eusebio Di Francesco che ritrova in giallorosso. Con il Sassuolo ha totalizzato 54 presenze, 28 in quest’ultima stagione corredata da 6 reti e 7 assist. Il comunicato ufficiale della società di Pallotta recita: “L’AS Roma rende noto di aver sottoscritto con il Sassuolo il contratto per l’acquisizione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive di Lorenzo Pellegrini, a fronte di un corrispettivo fisso di 10 milioni di Euro. Con il calciatore è stato sottoscritto un contratto di cinque anni, con scadenza al 30 giugno 2022.

Queste invece le parole di Pellegrini dopo aver sottoscritto il contratto: “Tornare a Trigoria è una sensazione incredibile, era il mio obiettivo sin da quando sono andato al Sassuolo. È il coronamento di un percorso di due anni. Un grazie va a tutta la società della Roma e al direttore Monchi che mi è sempre stato vicino. Mi hanno fatto capire la loro voglia di ripartire anche da me”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.