Sarri, dichiarazioni sulla Juve: ‘Forse siamo tutti pazzi’

Sarri con il dubbio Insigne o Pavoletti

Alla vigilia di Napoli-Crotone, Maurizio Sarri non ha parlato solo del match del San Paolo contro la squadra allenata da Nicola, ma ha scherzato anche sull’anticipo di venerdì 10 marzo Juventus-Milan. Il tecnico degli azzurri, come giusto che sia, in conferenza stampa ha presentato prima la partita Napoli-Crotone, chiedendo ai suoi ragazzi massima concentrazione perché anche se al San Paolo non arriva il Real Madrid è vietato abbassare la guardia e dare per scontata la partita contro una squadra sempre più vicina alla retrocessione.

Un pungente Sarri lascia dichiarazioni sulla Juve

La rivalità tra Napoli e Juventus è una delle poche certe che offre il calcio con le due squadre che colgono ogni occasione per punzecchiarsi. Non poteva esimersi dalla situazione nata allo scadere del match Juventus-Milan anche Maurizio Sarri che, in tono scherzoso, ha espresso un suo punto di vista dichiarando di non aver visto la partita perché la serata ha preferito dedicarla al suo cane, Ciro, che ha bisogno di molte attenzioni venendo da una situazione alquanto complicata. Tuttavia, quando una partita di cartello viene risolta da un giudizio arbitrale sbagliato è impossibile che l’eco non faccia il giro dell’Italia e del Mondo. A tal proposito un vulcanico Sarri ha usato poche parole ma precise: “Si lamentano tutti a Torino? Può darsi siano tutte squadre di pazzi o che ci siano episodi. Non lo so, non faccio il presidente degli arbitri: lui continua a dire che sono i più forti del mondo”. Insomma le dichiarazioni dell’allenatore sono come sempre taglienti e più che rivolte alla Juventus sembrano indirizzate alla classe arbitrale, probabilmente offuscata da una certa sudditanza psicologica quando si gioca allo Stadium di Torino. La speranza di tutti è che la dirigenza bianconera faccia finta di non aver ascoltato le parole di Sarri perché è grosso il rischio di alimentare ulteriormente le polemiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.