Schick-Juventus è fatta, battuta la concorrenza del PSG: tutti i dettagli

Schick è un nuovo attaccante della Juventus

Patrik Schick è un nuovo giocatore della Juventus. La conclusione dell’affare era già nell’aria da tempo. Ad annunciarlo è stato il presidente della Sampdoria, Ferrero. All’uscita da Villa Stuart, le scorse settimane, il vulcanico patron dei blucerchiati ha dichiarato che il club bianconero avrebbe pagato la clausola per appropriarsi del cartellino dell’attaccante ceco. Ricordiamo che su Schick c’erano anche Roma e Inter ma nessuna delle due società ha mai avanzato un’offerta ufficiale.

Schick alla Juventus era praticamente storia chiusa da diverse settimane. Restava da capire, però, il tipo di operazione che i bianconeri hanno portato avanti con la Sampdoria. Si è vociferato, infatti, di un possibile accordo per un anno di prestito alla stessa Sampdoria per permettere al ragazzo di maturare ulteriormente giocando con più continuità. Poi Schick sarebbe tornato alla Juve pronto a guadagnarsi la fiducia di Mister Allegri.

Calciomercato Juventus, tutto fatto per Schick

L’operazione che porta Schick alla Juventus ha un valore complessivo di 30,5 milioni di euro. La società bianconera e quella blucerchiata hanno definito tutti i dettagli. Il pagamento sarà dilazionato in tre anni. L’attaccante ceco andrà subito in ritiro con la Juventus. Qualora, Allegri dovesse decidere di farlo giocare in prestito altrove, la priorità è per la Sampdoria che abbraccerebbe volentieri Schick per un’altra stagione. Negli ultimi giorni, secondo diverse indiscrezioni raccolte, il PSG ha provato ad inserirsi nella trattativa, pronto ad offrire 35 milioni di euro. Decisiva, però, è stata la volontà dell’ attaccante che ha rifiutato la proposta del club parigino perché pienamente preso dal progetto Juventus.

Per vedere Schick alla Juve manca solo l’ufficialità che avverrà a breve. Il centravanti ceco classe ’96 nell’ultima stagione ha totalizzato 13 reti e 5 assist. Niente male per un debuttante in Serie A, soprattutto se si considera che Giampaolo lo ha utilizzato con il contagocce, specie ad inizio stagione, per permettergli una crescita graduale. La strategia del mister blucerchiato è stata comunque ripagata perché sul finire del campionato Schick è stato decisivo mostrando a tutti le sue qualità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.