Sciopero tifo Juve: la protesta continua anche in Champions

juventus stadium vuoto

Non si placa lo sciopero dei tifosi della Juve. Anche per la partita tra Juventus-Barcellona, infatti, i ‘Viking’, storico gruppo del tifo bianconero, ha confermato la protesta che ormai va avanti da un p’ di tempo. Vediamo, nel dettaglio, le ragioni che hanno causato le agitazioni tra gli ultrà della società torinese.

Il motivo che ha originato la protesta è legato alla decisione assunta dalla Questura di Torino, che ha negato al gruppo di tifosi conosciuti col nome di ‘Viking’ di introdurre, all’interno dello ‘Juventus Stadium’, striscioni e bandieri che si rifacessero al logo del gruppo ultrà. Questo provvedimento ha efficacia per tutta la stagione calcistica. È per questo che, a partire da Juventus-Inter dello scorso 5 febbraio, i ‘Viking’ hanno indetto questa protesta per un provvedimento – a loro dire – “senza senso”.

Da segnalare, comunque, come lo sciopero del tifo bianconero sia del tutto pacifico e non ha riportato – almeno finora – alcuna conseguenza seria. La protesta consiste nel lasciare vacanti alcuni posti della Curva Sud dello ‘Stadium’, nel quale la società di ‘corso Galileo Ferraris’ vince da 32 partite consecutive.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.