Scontro Raiola-Fassone: per la stampa e i social il vincitore è solo uno

Raiola e Fassone si contendono Donnarumma

La calda estate di calciomercato non poteva non avere il suo intrigo. Dopo Higuain e Pogba la scorsa stagione, questo mese di giugno ha regalato, purtroppo per i tifosi del Milan, il gran rifiuto di Donnarumma alla proposta di rinnovo. Un caso che, forse fa eco solo con quello di Higuain. Pogba, infatti, se ne andato dalla Juventus senza troppi strascichi anche se la trattativa che lo ha portato al Manchester Utd è durata quasi due mesi (indovinate chi è l’agente del centrocampista francese?). I tifosi di Milan e Napoli sono, invece, stati traditi dai propri beniamini. Coloro che hanno baciato la maglia per poi salutare senza pensare alle possibili conseguenze ma accusando il colpo al momento della contestazione.

Non c’è una speciale classifica che indica il grado di delusione. La sensazione, però, che il rifiuto di Donnarumma di voler restare al Milan faccia più male che quello di Higuain. Questa però è storia diversa. I fatti attuali parlano di un botta e risposta che ha visto coinvolti Raiola e Fassone. L’agente italo-olandese per primo ha rilasciato un’intervista per spiegare la sua verità (dopo 3 giorni). Fassone, ovviamente, come giusto che sia ha voluto rispondere sempre con molta serenità spiegando la versione del Milan e non quella di un singolo dirigente perché quando si parla di Fassone e Mirabelli si parla della nuova società di via Aldo Rossi.

Intrigo Donnarumma, scontro Raiola-Fassone: ecco il vincitore

Leggendo o ascoltando le dichiarazioni di Mino Raiola e Marco Fassone, a tutti o quasi, è apparsa chiara una cosa. L’agente di Donnarumma ci ha messo diversi giorni per formulare una sua versione. A conti fatti, però, è risultato poco credibile (opinione personale). Fassone, invece, che in qualità di Milan e non di amministratore delegato ha subito un danno da 100 milioni di euro ne è uscito ampiamente a testa alta. Sensazione quest’ultima ampiamente condivisa da gran parte della stampa e dai social. Se, infatti, è scontato che il tifoso si schieri contro Raiola e Donnarumma, non è altrettanto scontato che lo stesso possa accadere per gli organi di stampa.

Una situazione non contemplata da Raiola che sicuramente non lo scalfisce affatto. Si sa, l’agente italo-olandese ha le spalle tanto grosse da farsi scivolare qualsiasi sorta di critica di dosso. Tuttavia, stando ai commenti social postati sul web, la figura di Raiola ne esce ridimensionata (chissà che la famiglia di Donnarumma e lo stesso Gigio non se ne rendano conto). Twitter, ormai, è il mezzo utilizzato da tutti per esprimere una propria opinione. Da qui, infatti, sono arrivati pensieri da parte di giornalisti che lasciano intendere come lo scontro Raiola-Fassone sia stato vinto da quest’ultimo. I commenti sono tutti a favore dell’amministratore delegato rossonero. Mentre per quanto riguarda Raiola fa sorridere la sua definizione di mobbing con tutti uniti, nessuno escluso, nel non credere alla storia del rinnovo rifiutato da Donnarumma non legato ad una questione economica.

Ecco alcuni tweet per lo scontro Raiola-Fassone:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.