Serie A, anticipo Juve-Empoli: bianconeri in scioltezza, toscani annichiliti

mario mandzukic e gonzalo higuain con la maglia della juventus

Vince in scioltezza la Juventus, che batte l’Empoli in casa con il risultato di 2-0. Nona vittoria consecutiva degli uomini di Allegri, la sesta con il punteggio di due a zero nelle ultime nove gare. Di Mandzukic (anche se la Lega Calcio ha assegnato l’autogol di Skorupski) e Alex Sandro le reti della partita. A secco Higuain per la seconda gara consecutiva, considerando anche il match di Champions League contro il Porto.

Cronaca del match

Primo tempo senza grossi scossoni, con i bianconeri che mantengono il possesso palla senza riuscire, però, ad affondare il colpo. L’Empoli difende bene la propria area di rigore e non ci sono grosse occasioni da gol. Pjanic non riesce a trovare la porta su un calcio di punizione da ottima posizione e si va negli spogliatoi sullo 0-0, senza alcun minuto di recupero. Nel secondo tempo, i bianconeri salgono notevolmente di tono, accelerando la velocità del possesso palla e aumentando il pressing nei confronti dei giocatori empolesi. Il primo gol arriva al 52′, con Skorupski che devia nella propria rete un forte colpo di testa di Mandzukic, imbeccato alla perfezione da Dani Alves. Il gol del definitivo 2-0, come anticipato, lo segna Alex Sandro, che si gira in area di rigore con un movimento da attaccante di razza e incrocia di sinistro sulla diagonale.

La restante parte del match è come ci si può immaginare. Juve sempre in controllo ed Empoli annichilito, incapace di uscire dalla propria metà campo. Higuain cerca di mettere il sigillo sulla gara, ma non ha molte occasioni sui piedi per farlo. Altro ostacolo superato, dunque, per la squadra di Allegri, che sale a 66 punti in 26 gare di campionato (il terzo miglior risultato di sempre da quando esiste la Serie A a tre punti). Un ruolino di marcia impressionante, che potrebbe già chiudere virtualmente i giochi se la Roma non dovesse battere l’Inter nel posticipo di questo turno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.