Serie A, Palermo-Sampdoria: Quagliarella avvicina i rosanero alla B

palermo sampdoria

Palermo beffato nel lunch match domenicale delle ore 12,30. La squadra allenata da Lopez ha pareggiato col risultato di 1-1 contro la Sampdoria di Giampaolo. I rosanero, in vantaggio grazie ad un calcio di rigore trasformato da Nestorovski, vedono sfumare i tre punti dopo il gol di Quagliarella al 90′.

Cronaca Palermo-Sampdoria

PRIMO TEMPO – Formazioni rivoluzionate dai tecnici delle due squadre. Diego Lopez preferisce Cionek e Gazzi a Giancarlo Gonzalez e Jajalo, mentre Giampaolo schiera Praet sulla trequarti e sceglie di inserire Schick al posto di Muriel nell’undici titolare. La partenza è favorevole ai blucerchiati, con Praet che serve Quagliarella in profondità, il quale – dopo aver saltato Posavec – si divora il gol del possibile vantaggio. I rosanero accennano alla reazione e sfiorano il gol al 16′ con Balogh, il cui tiro finisce addosso a Viviano. Il vantaggio palermitano si concretizza al 31′: l’arbitro ravvisa un fallo in area di rigore su Balogh e sancisce il calcio di rigore. Sul dischetto va Nestorovski, il quale porta in vantaggio i suoi. È il decimo gol stagionale per il macedone, miglior realizzatore dei rosanero. Il primo tempo si chiude senza grossi sussulti, con i padroni di casa che difendono, con ordine, il vantaggio acquisito.

SECONDO TEMPO – La ripresa è favorevole agli uomini di Lopez, che continuano a guadagnare campo nonostante il minore tasso tecnico. La Samp, dal canto suo, sembra arrendevole e poco intenzionata ad affonare il colpo. Il Palermo cerca il raddoppio con tutte le forze, ma non riesce a chiudere il match. Quando si respirava l’aria dei tre punti, che avrebbe riaperto il discorso salvezza dopo la sconfitta di ieri dell’Empoli sul campo della Juventus, al 90′ arriva la beffa: Muriel, subentrato in avvio di ripresa al posto di Djuricic, serve Quagliarella che, a due passi dalla porta difesa da Posavec, insacca e firma la rete del definitivo pareggio. Finisce 1-1, per la gioia dei tifosi della Samp (che non credevano più nel pareggio) e per la delusione dei tifosi rosanero, che vedono la propria squadra sempre più vicina alla retrocessione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.